Un donatore per il Lauberhorn

Sci

L’imprenditore Jörg Moser ha messo sul piatto 300 mila franchi affinché le gare a Wengen possano continuare

 Un donatore per il Lauberhorn
© KEYSTONE/ANTHONY ANEX

Un donatore per il Lauberhorn

© KEYSTONE/ANTHONY ANEX

Gli organizzatori delle gare di sci a Wengen possono attendersi una generosa donazione. L’imprenditore Jörg Moser intende infatti mettere a disposizione 300 mila franchi, inviando di conseguenza un segnale forte nel conflitto tra l’Oberland bernese e Swiss Ski sulla spartizione dei diritti televisivi.

È un segnale importante in giorni in cui la disputa su questioni finanziarie che si trascina da quattro anni tra il comitato organizzatore di Wengen e la direzione dell’associazione nazionale di sci è aumentata. La disputa sulle richieste dell’Oberland bernese di fondi aggiuntivi sta facendo discutere e ha anche raggiunto la politica. La consigliera federale Viola Amherd incontrerà il presidente dello sci svizzero Urs Lehmann e Urs Näpflin, presidente di OK a Wengen.

Con la sua donazione, Moser, proprietario del Centro di musica popolare svizzera Lueg, intende «aiutare Swiss-Ski a trovare una soluzione praticabile per il futuro delle gare di Lauberhorn e sostenere gli sport sulla neve in generale».

Lehmann ha apprezzato il gesto di Moser. «La donazione di Jörg arriva al momento giusto ed è un forte segnale del valore del Lauberhorn, ma anche dello sci svizzero e degli sport sulla neve in Svizzera.» Il presidente di Swiss Ski è convinto che «saremo in grado di portare fondi aggiuntivi negli sport sulla neve e quindi non dovremo spostare denaro dalla tasca sinistra a quella destra. Il nostro approccio con Wengen si basa su questo principio».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sci
  • 1
  • 1