Mondiali di sci

Wendy Holdener prova a ripetersi

Venerdì la svittese difende il titolo mondiale in combinata vinto due anni fa a St. Moritz

 Wendy Holdener prova a ripetersi
La svittese Wendy Holdener è stata la più veloce nel terzo allenamento della discesa. (Foto Keystone)

Wendy Holdener prova a ripetersi

La svittese Wendy Holdener è stata la più veloce nel terzo allenamento della discesa. (Foto Keystone)

ARE - Giornata di allenamenti in vista delle discese in programma sabato (gli uomini) e domenica (le donne). Ma anche vigilia di gara, perché venerdì ad Are va in scena la combinata femminile: discesa alle 11.00, slalom alle 16.15. Gli occhi degli appassionati elvetici saranno puntati soprattutto su Wendy Holdener che sogna di ripetere il successo ottenuto due anni fa ai Mondiali di St. Moritz. Dovesse centrarlo emulerebbe Vreni Schneider, vittoriosa a Crans Montana nel 1987 e poi ancora a Vail due anni più tardi tra le porte larghe. Sognare è lecito, ma la favorita d’obbligo è comunque Mikaela Shiffrin, galvanizzata dal successo ottenuto nel superG inaugurale di questa rassegna iridata.

Wendy però ha le carte in regola per mettere sotto pressione l’americana, che mira all’oro praticamente in ogni gara alla quale partecipa. Intanto la sciatrice di Unteriberg ha addirittura dominato il terzo allenamento della gara veloce di domenica precedendo di 0’’10 le austriache Ricarda Haaser e Tamara Tippler. «I tre allenamenti effettuati mi hanno dato ottime risposte. In particolare l’ultimo. Ho studiato bene le traiettorie e ho capito che su questa pista posso ottenere un buon tempo. O perlomeno limitare il distacco in limiti accettabili prima della gara tra le porte strette. Ed è proprio in slalom che Wendy proverà a fare la differenza, anche forte del terzo posto ottenuto a Maribor.

Wendy sa di avere buone possibilità di emergere in questa competizione, ma sottolinea che sono diverse le ragazze che possono mirare in alto. «Certo la favorita è Miki. È in grande forma, ma attenzione anche alla slovacca Petra Vlhova, capace di ricuperare molto in slalom, potrebbe lottare per un posto sul podio. Non bisogna comunque sottovalutare nessuno. Per me sarà importante mantenere i nervi saldi fino all’ultimo paletto. Spero di mantenere la tranquillità che ho in questo momento. In ogni caso non devo pensare a quanto fatto due anni fa in Engadina. Questa è una gara diversa. La testa deve essere libera da ogni condizionamento».

Sulla pista accorciata per ragioni meteorologiche i distacchi erano molto contenuti con ben sedici sciatrici racchiuse in meno di un secondo. Corinne Suter (bronzo in superG) ha ottenuto il 5. tempo concedendo 0’’14 alla più veloce, giusto davanti a Johana Hählen. A suo agio si è trovata anche Lara Gut-Behrami, distaccata di 0’’28 dalla svittese. Caduta martedì in superG, l’americana Lindsey Vonn ha preferito stare a riposo e concentrarsi mentalmente in vista della discesa in programma domenica alle 12.30.

Per quanto riguarda gli uomini, il più veloce in allenamento è stato l’austriaco Mathias Mayer, che ha preceduto tre norvegesi: Kilde, Jansrud e Svindal Il più veloce degli elvetici è stato Beat Feuz (5. tempo), che ha concesso 0’’58. Più distaccati Carlo Janka (8.) e Mauro Caviezel (11.). Venerdì si replica. E si cercherà di studiare ancora meglio le linee migliori per la gara di sabato (12.30).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Sci
  • 1