Australian Open in salita: 47 giocatori in quarantena e niente allenamenti

Tennis

Tre positività su due voli diretti a Melbourne hanno fatto scattare la misura preventiva, che riguarda anche l’elvetica Belinda Bencic

Australian Open in salita: 47 giocatori in quarantena e niente allenamenti
EPA/JAMES ROSS

Australian Open in salita: 47 giocatori in quarantena e niente allenamenti

EPA/JAMES ROSS

La preparazione degli Australian Open inizia in salita per Belinda Bencic. La sangallese appartiene infatti al gruppo di giocatrici e giocatori messi in stretta quarantena al loro arrivo a Melbourne.

La decisione è stata presa dopo tre positività al coronavirus su due voli separati, uno da Abu Dhabi a Melbourne - su cui era presente Belinda Bencic - e uno da Los Angeles a Melbourne. I 47 giocatori interessati non potranno interrompere la loro quarantena per motivi di allenamento in quanto sono considerati casi di contatto.

I tre individui positivi (due sul volo da Los Angeles e uno sul volo da Abu Dhabi) non sono giocatori. Sono stati trasferiti in un albergo secondo le normali procedure per i casi positivi, hanno spiegato gli organizzatori dell’Australian Open in un comunicato stampa.

I 47 giocatori non potranno quindi usufruire delle cinque ore di allenamento giornaliero inizialmente previste. Victoria Azarenka (vincitrice degli Australian Open nel 2012 e 2013), Tennys Sandgren, Kei Nishikori, Bianca Andreescu, Maria Sakkari e Angelique Kerber figurano nella lunga lista.

I partecipanti all’Australian Open hanno iniziato ad arrivare nel Paese giovedì, mentre il torneo inizia l’8 febbraio. Tutti devono rispettare una quarantena di 14 giorni, ma sono autorizzati ad allenarsi cinque ore al giorno a condizioni molto severe.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Tennis
  • 1
  • 1