Chi è Alex Hawke, l’uomo che deciderà sul caso Djokovic

Australia

Il ministro dell’Immigrazione, 43 anni, crede nei valori cristiani della grazia, del perdono e della redenzione – Come si comporterà con «Nole»? E che cosa succederebbe se pronunciasse l’espulsione?

Chi è Alex Hawke, l’uomo che deciderà sul caso Djokovic
© AP/Mick Tsikas

Chi è Alex Hawke, l’uomo che deciderà sul caso Djokovic

© AP/Mick Tsikas

La pallina è nella metà campo di Alex Hawke. Da giorni, oramai. La domanda è sempre la stessa: il ministro dell’Immigrazione risponderà alla stoccata di Novak Djokovic o subirà il punto? Uscendo dalla metafora tennistica, le speranze del serbo di rimanere in Australia passano – inevitabilmente – dalla decisione del citato Hawke. Il quale, l’anno scorso, era balzato agli onori della cronaca per aver concesso a una famiglia di asilanti – i Murugappan – di lasciare Christmas Island per raggiungere una comunità detentiva a Perth.

Ma chi è, davvero, Hawke? 43 anni, una laurea in arte all’Università di Sydney, si è unito al Partito Liberale e alle Riserve dell’Esercito nel 1995, dove ha raggiunto il grado di tenente. Per i Liberali ha lavorato per diversi politici statali e per Helen Coonan a livello...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Tennis
  • 1

    La sconfitta più bruciante

    Tennis

    L’espulsione dall’Australia, confermata senza sorpresa dalla Corte federale, getta diverse ombre su Novak Djokovic e il suo futuro - «L’immagine di Nole è sporcata, le sue imperfezioni sono di natura etica: il tennista, però, è risorto più volte» afferma il giornalista Stefano Meloccaro

  • 2
  • 3

    Che ne sarà, ora, della carriera di Djokovic?

    Tennis

    Non vaccinato, il serbo potrebbe vedersi costretto a rinunciare ad altri tornei oltre agli Australian Open – Boris Becker: «Se si vaccinerà? Non ne sono sicuro, ma fra dieci anni realizzerà di aver commesso un errore»

  • 4

    Djokovic ha lasciato l’Australia

    Il caso

    Il tennista serbo ha perso la sua battaglia legale per contrastare l’espulsione – In serata «Nole» è partito con un volo Emirates per Dubai: «Sono estremamente deluso, ma accetto la sentenza»

  • 5

    C’è «rischio di disordini» se Djokovic resta in Australia

    Il caso

    È quanto si legge nella memoria presentata oggi in tribunale dal ministro dell’Immigrazione Alex Hawke per motivare la revoca del visto nei confronti del tennista serbo - Per Hawke, il tennista incoraggia il «sentimento anti-vaccinazione»

  • 1
  • 1