«Djokovic non mi disse che era positivo»

sport e virus

Parla il giornalista del quotidiano francese che intervistò il tennista lo scorso 18 dicembre: «Mi era stato chiesto di non fare domande sui vaccini, ma ho appreso del contagio solo dopo il fermo in Australia»

«Djokovic non mi disse che era positivo»
© AP/Hamish Blair

«Djokovic non mi disse che era positivo»

© AP/Hamish Blair

Il giornalista del quotidiano sportivo francese Équipe che lo scorso 18 dicembre ha intervistato in Serbia Novak Djokovic non era stato informato che il tennista era positivo al Covid-19. In un articolo pubblicato dallo stesso giornale, il reporter Franck Ramella spiega di aver appreso del contagio solo dopo il fermo del tennista in Australia.

Il giornalista racconta poi che gli era stato chiesto di non fare domande sui vaccini nel corso dell’intervista, durata circa 30 minuti e organizzata nell’ambito del conferimento a Djokovic del Champions Award dell’Équipe. Il reporter riferisce inoltre che il serbo indossava la mascherina durante il colloquio, ma se l’è tolta durante la sessione fotografica per il premio, come peraltro ammesso dallo stesso tennista. Ramella aggiunge poi di essere risultato negativo ad un test effettuato ieri.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Tennis
  • 1
  • 1