«È bravo Berrettini, ma io tifo per Roger»

Tennis

Adriano Panatta seguirà le finali ATP con molto interesse: adora l’elvetico e vedrà tra i protagonisti il giovane italiano

«È bravo Berrettini, ma io tifo per Roger»
Adriano Panatta è stato il primo italiano a partecipare al Masters. Storia del 1975, quando si giocò a Stoccolma. © Shutterstock

«È bravo Berrettini, ma io tifo per Roger»

Adriano Panatta è stato il primo italiano a partecipare al Masters. Storia del 1975, quando si giocò a Stoccolma. © Shutterstock

Ci sono due buone ragioni per le quali Adriano Panatta guarderà con attenzione le finali ATP di Londra. Innanzitutto c’è Roger Federer che, al di là di ogni ranking, per lui sarà sempre il numero uno. Ma c’è anche la partecipazione di Matteo Berrettini, terzo italiano a giocare un Masters dopo lo stesso Panatta (1975) e Corrado Barazzutti (1978).

Le fa un certo effetto pensare che...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Tennis
  • 1
  • 1