Triathlon

A Locarno festeggiano Sasha e Alice

Nella distanza olimpica successi casalinghi con Caterina e Fritzsche - GUARDA LE FOTO

A Locarno festeggiano Sasha e Alice
Sasha Caterina si è imposto tra gli uomini sulla distanza olimpica (Foto Putzu).

A Locarno festeggiano Sasha e Alice

Sasha Caterina si è imposto tra gli uomini sulla distanza olimpica (Foto Putzu).

A Locarno festeggiano Sasha e Alice
Tra le donne ha trionfato Alice Fritzsche di Riazzino (Foto Putzu).

A Locarno festeggiano Sasha e Alice

Tra le donne ha trionfato Alice Fritzsche di Riazzino (Foto Putzu).

A Locarno festeggiano Sasha e Alice
La partenza della gara femminile (Foto Putzu).

A Locarno festeggiano Sasha e Alice

La partenza della gara femminile (Foto Putzu).

A Locarno festeggiano Sasha e Alice

A Locarno festeggiano Sasha e Alice

A Locarno festeggiano Sasha e Alice
Sasha Caterina esce dall’acqua dopo la frazione a nuoto (Foto Putzu).

A Locarno festeggiano Sasha e Alice

Sasha Caterina esce dall’acqua dopo la frazione a nuoto (Foto Putzu).

A Locarno festeggiano Sasha e Alice
Sasha Caterina sorridente al traguardo (Foto Putzu).

A Locarno festeggiano Sasha e Alice

Sasha Caterina sorridente al traguardo (Foto Putzu).

«Anche quest’anno abbiamo avuto un buon successo di partecipazione. Per noi è un segnale molto positivo che ci sprona a continuare il nostro cammino con entusiasmo». Sono queste le parole «a caldo» di Stanislao Pawlowski, presidente del Comitato d’organizzazione del Triathlon di Locarno. L’evento, in questa edizione segnata da tempo incostante (le gare della domenica sono iniziate sotto il diluvio per concludersi in un clima caldo e sereno) ha registrato il quasi «tutto esaurito» con oltre 1.500 partecipanti al via, di cui circa un terzo donne. Le nazioni rappresentate sono invece state ben 14.

Numeri che parlano chiaro e non lasciano dubbi sulla crescita costante di questa disciplina anche alle nostre latitudini. Un successo pieno anche nelle varie gare in programma, dove è stato un susseguirsi di emozioni. A cominciare dalla prova su distanza olimpica (1,5 km nuoto/40 km bici/10 km corsa) che quest’anno ha visto per la prima volta a confronto diretto le due grandi speranze ticinesi, Adriano Engelhardt e Sasha Caterina. Il primo è reduce da diversi successi e ottimi piazzamenti soprattutto nelle distanze degli Ironman 70.3, mentre Caterina è un giovane in costante crescita e grande speranza dei colori rossocrociati. Ebbene, l’atteso confronto si è risolto a favore di quest’ultimo, portacolori del TriUnion che ha fatto praticamente gara solitaria dall’inizio alla fine, mentre Engelhardt è stato costretto al ritiro per problemi fisici. Uscito dal nuoto già con un consistente vantaggio, Caterina ha ben tenuto nella tratta in bici, come pure in quella conclusiva a corsa.

«Negli ultimi due giri a corsa ho sofferto un po’ – ci confida Sasha a fine gara – ma era nelle previsioni, visto che sono abituato a gareggiare su distanze più brevi. In bicicletta ho pure avuto buone sensazioni, malgrado abbia utilizzato per la prima volta una bici da crono. È andata bene anche la frazione a nuoto, quindi sono molto soddisfatto della mia gara. Ringrazio tutti coloro che fin qui mi hanno sostenuto, in particolare la mia famiglia». Alle spalle del ragazzo di Minusio, che ha chiuso sotto le due ore (1.55’32’’), sono giunti lo zurighese Fabian Dutli e il vallesano Thibaut Matti, e successivamente il terzetto di ticinesi composto da Andrea Alagona, Gregorio Delcò e Ivan Minini. Al femminile, altra vittoria ticinese con la 21.enne Alice Fritzsche di Riazzino: «Ho faticato un po’ nel nuoto per via delle onde e il lago mosso, ma ho ben recuperato nelle frazioni successive», ha ammesso sorridente la giovane studentessa di matematica, alla sua prima importante affermazione in una gara di triathlon. Dietro di lei hanno chiuso Michelle Menzi e Laura Wichmann.

Nella Medium Distance (1,9/90/20) il primo a tagliare il traguardo è invece stato Philipp Koutny della squadra nazionale che ha preceduto il tedesco Christian Bader, in passato già vincitore a Locarno, e uno splendido Lorenzo Delcò di Mendrisio che dopo una recente esperienza nel mondo del ciclismo professionistico è tornato alla triplice disciplina. Il tempo del vincitore è di tutto rispetto: 3.53’43’’. Tra le donne altra affermazione di un’atleta confederata dei quadri nazionali, con la zurighese Martina Kunz che termina in 4h29’55’’ davanti a Pascale Rebsamen e Aline Knechtli.

Nelle staffette ha prevalso il terzetto composto da Alessio Pietra, Julien Bossens ed Esteban Hofer, mentre nel Mini-Tri (500/20/5) disputato nella serata di sabato e che ha visto al via 400 atleti ci sono state le affermazioni dello zurighese Luca Holer in 56’15’’ e dell’urana Sara Baumann in 1.00’04’’.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: TuttoSport
  • 1