Corsa d’orientamento

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

La ticinese nelle prove boschive in Norvegia sarà in lizza unicamente nella distanza media - In gara anche l’azzurro di casa nostra Sebastian Inderst - FOTO

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos
Elena Roos durante un allenamento in Ticino. (Foto Chiara Zocchetti)

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Elena Roos durante un allenamento in Ticino. (Foto Chiara Zocchetti)

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos
Qui ecco invece Elena agli Europei del 2018 in Ticino, dove si è fregiata dell’oro sia nella staffetta classica sia in quella sprint. (Foto

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Qui ecco invece Elena agli Europei del 2018 in Ticino, dove si è fregiata dell’oro sia nella staffetta classica sia in quella sprint. (Foto

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos
Spazio nelle foto anche a Sebastian Inderst, il ticinese che difende i colori dell’Italia. (Foto Chiara Zocchetti)

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Spazio nelle foto anche a Sebastian Inderst, il ticinese che difende i colori dell’Italia. (Foto Chiara Zocchetti)

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

 Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

Ai Mondiali tutto in una sola gara per Elena Roos

SARPSBORG (aggiornata alle 15.39) - Da domani, martedì, nella contea norvegese di Östfold, il cui capoluogo è Sarpsborg, andranno in scena i campionati mondiali di corsa d’orientamento delle gare boschive. E in lizza, per i colori rossocrociati, ci sarà anche la ventottenne ticinese Elena Roos, in carriera più volte medagliata sia alla rassegna iridata sia agli Europei e quindi tra i pilastri della nostra Nazionale della corsa a piedi con cartina e bussola.

Il primo impegno di Elena in terra norvegese è in agenda per domani e saranno le qualificazioni della distanza media, la cui finale è in programma venerdì. La Roos, per contro, non si schiererà al via nella gara sulla lunga distanza e soprattutto nella staffetta classica, dopo che ai Mondiali dello scorso anno in Lettonia in questa stessa prova a squadre aveva conquistato l’oro.

Una rassegna, quella lettone del 2018, che inoltre l’ha vista cogliere l’argento nella staffetta sprint e il quarto rango nello sprint individuale. Senza scordare che nella stessa stagione, appunto quella precedente, ai campionati europei andati in scena in Ticino, con le squadre rossocrociate si è messa al collo la medaglia d’oro della staffetta classica e di quella sprint, tanto per gradire.

«Per questi campionati del mondo, a proposito della staffetta, sono solo riserva. È una scelta degli allenatori che hanno deciso di puntare su Simona Aebersold, Julia Jakob e Sabine Hauswirth. Le gare di selezione sono state tiratissime e io una volta sono arrivata terza e l’altra quarta. Di per sé sono andate bene, però non benissimo, come devo riconoscere. All’inizio, logicamente, mi è dispiaciuto di non essere selezionata per la gara a squadre ma adesso l’ho digerita questa decisione dei tecnici e sono tutta concentrata sulle qualificazioni della distanza media», ha raccontato poco fa Elena Roos dalla Norvegia.

Elena Roos agli Europei dell’anno scorso in Ticino. (Foto Chiara Zocchetti)
Elena Roos agli Europei dell’anno scorso in Ticino. (Foto Chiara Zocchetti)

E allora, per la Roos sarà appunto un Mondiale tutto in una sola gara... «Comunque, da cinque mesi vivo in Norvegia, ad Halden, cittadina dove a suo tempo avevo già vissuto e sono stata ragazza alla pari. Quindi, mi sono preparata bene per questi campionati del mondo, visto che in Norvegia mi sento un po’ come a casa».

I terreni di gara favoriscono più gli orientisti scandinavi che non i nostri, come sottolinea ancora Elena: «Le gare al Nord tecnicamente sono particolarmente difficili per noi svizzeri, perché i boschi sono molto più piatti dei nostri e il terreno è molto più molle, di tipo paludoso. Quindi, è anche per questo che ho deciso di vivere per alcuni mesi in Norvegia. Ciò mi ha infatti permesso di prendere una maggiore confidenza con i boschi che ci sono qui».

Fra l’altro, la media distanza in un grande campionato internazionale sarà una novità assoluta per la ticinese: «Finora agli Europei e anche ai Mondiali, oltre che nelle staffette, ho sempre corso solo sulla lunga distanza e nello sprint. Quindi, quello di domani sarà il mio debutto assoluto nella media a questi livelli, il che costituisce una nuova motivazione a livello personale».

Dopo di che la Roos aggiunge: «Quella della distanza media è una gara molto tecnica, che si svolge su poco più di mezz’ora. Anzi, è la più tecnica di tutte quelle contemplate nella corsa d’orientamento e quindi per me sarà molto interessante poterla affrontare. Oltretutto in Scandinavia, che come ben si sa è la mecca del nostro sport».

In conclusione, Elena Roos spiega come a partire da quest’anno è cambiata la formula della rassegna iridata della corsa d’orientamento: «Le gare boschive da adesso via si svolgeranno separatamente da quelle di tipo cittadino, con un’alternanza che sarà annuale, così che sia le une sia le altre andranno in scena ogni due anni. Ecco dunque che qui in Norvegia si gareggerà appunto nei boschi e per distanza media, lunga e staffetta classica, mentre nel 2020, in Danimarca, i migliori orientisti del panorama internazionali si sfideranno per conquistare i titoli iridati di sprint, knock out sprint e staffetta sprint». Per la cronaca, aggiungiamo noi, il knock out sprint sarà una novità del programma e sarà una sfida ad eliminazione nella quale gli atleti si sfideranno a due a due.

Il luganese Sebastian Inderst sarà in gara per la Nazionale azzurra. (Foto Chiara Zocchetti)
Il luganese Sebastian Inderst sarà in gara per la Nazionale azzurra. (Foto Chiara Zocchetti)

E per concludere davvero, da notare che ai campionati mondiali sarà in lizza anche Sebastian Inderst, il luganese della Nazionale italiana che disputerà tutte le gare in programma. Pure Sebastian Inderst - come riferito dalla specialista di orientamento Lidia Nembrini - si è trasferito in Scandinavia, nella fattispecie a Göteborg, per lavoro e per copiare dagli orientisti del Nord la tecnica migliore per diventare un grande campione di questo sport. Al suo quarto Mondiale, Inderst cercherà di piazzarsi fra i primi venti in particolare nelle prova della distanza lunga, per lui la più congeniale fra quelle che andranno in scena in questi giorni.

La selezione rossocrociata

Donne: Simona Aebersold (distanza media, lunga e staffetta), Julia Jakob (lunga e staffetta), Sabine Hauswirth (media, lunga e staffetta)) ed Elena Roos (media). Uomini: Florian Howald (distanza media e staffetta), Daniel Hubmann (media, lunga e staffetta), Martin Hubmann (lunga), Andreas Kyburz (media), Matthias Kyburz (media, lunga e staffetta).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: TuttoSport
  • 1
    Corsa d’orientamento

    Svizzera d’argento in staffetta

    Il bilancio rossocrociato dei primi mondiali esclusivamente boschivi è di 4 medaglie: due arrivate da Simona Aebersold (bronzo nella long e argento nella middle), una da Daniel Hubmann (bronzo nella long) e l’ultima, d’argento, conquistata da Sabine Hauswirth, ancora la Aebersold e Julia Jakob in staffetta

  • 2
    beach volley

    Heidrich/Vergé-Dépré in finale al Mosca

    Le due ragazze elvetiche domenica giocheranno l’atto conclusivo della tappa del World Tour nella capitale russa affrontando la coppia brasiliana Taiana Lima/Talita

  • 3
    Ciclismo

    Uno come Gimondi non morirà mai

    Era simbolo di un’Italia felice e ancora in bianco e nero, ha concluso la sua corsa in Sicilia per un malore – Campione dal talento purissimo, ebbe il privilegio di trovare sulla sua strada il Cannibale Eddy Merckx

  • 4
  • 5
    Sport

    È morto Felice Gimondi

    Lutto nel mondo del ciclismo italiano: l’ex campione bergamasco è morto stasera dopo un malore, mentre si trovava in vacanza in Sicilia - LE FOTO

  • 1