Appuntamento sul Ceresio con la Challenge luganese

Canottaggio

L’organizzazione della due giorni di sabato e domenica è affidata al club locale sotto l’egida della Federazione ticinese

Appuntamento sul Ceresio con la Challenge luganese
Il nazionale U19 Neel Bianchi (CC Lugano), qui ritratto con David Widmer del SC Sempach.

Appuntamento sul Ceresio con la Challenge luganese

Il nazionale U19 Neel Bianchi (CC Lugano), qui ritratto con David Widmer del SC Sempach.

L’autunno, con i suoi tipici colori e profumi, propone nel prossimo fine settimana un doppio appuntamento sulle acque del Ceresio. Sabato va in scena la Challenge luganese aperta alle specialità del singolo, due e quattro di coppia per le categorie U13, U15, U17, U19, U23, élites maschile e femminile. Si gareggia sulla distanza dei 1.000 metri (500 per gli U13) nel tratto compreso tra Villa Favorita e il lido spiaggia. Oltre un centinaio i partecipanti appartenenti ai cinque sodalizi cantonali.

È prevista una speciale classifica per società. L’organizzazione è affidata al CC Lugano sotto l’egida della Federazione ticinese. Avremo l’occasione di vedere all’opera, tra gli altri, i vari atleti di casa nostra che hanno vestito in questi ultimi anni la maglia rossocrociata e più precisamente Neel Bianchi, Luis Schulte, Olivia Negrinotti (juniores) e Filippo Ammirati (élite). Assente giustificata, il peso leggero luganese Chiara Cantoni. La campionessa europea nel doppio leggero U23 di Ioannina si trova attualmente in Australia per affinare le sue conoscenze d’inglese e, nel contempo per adeguatamente prepararsi in vista della prossima stagione agonistica in uno dei più prestigiosi club remieri di Sydney.

Domenica protagonista sarà l’otto di punta, giustamente definita dagli addetti ai lavori, la «barca regina» del canottaggio moderno. La regata giunta alla sua 23.esima edizione, è inserita nel calendario remiero nazionale. La prima edizione ebbe inizio nel 1981. Ci fu un’interruzione dal 1996 al 2012 a seguito del franamento alla Foce del Cassarate. «Un appuntamento – come ci ha confidato il presidente del sodalizio remiero cittadino, Claudio Pagnamenta – che vuole condividere con le società partecipanti la gioia per il canottaggio e promuovere l’internazionalità della manifestazione legate a questa disciplina sportiva».

Si gareggia sui 5 km con partenza dal ponte-diga di Melide ed arrivo nel golfo di Lugano tra il lido e la sede organizzatrice. Si costeggia Campione d’Italia e i grotti di San Rocco e Caprino e sulla sinistra il monte San Salvatore e Paradiso per poi attraversare il magnifico golfo cittadino. È aperta alle categorie juniores, élite e master, maschile e femminile. Sono annunciati 4 equipaggi ticinesi e 5 della Canottieri Gavirate, guidati dall’ex-olimpionico azzurro, Giovanni Calabrese.

Nel 2018 il Basler RC s’impose nelle categorie juniores (maschile e femminile), AS Gavirate in campo femminile élite e SC Locarno nei master.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: TuttoSport
  • 1
  • 1