I Giochi a qualunque costo

Giappone

Stando ai sondaggi locali, il 70-80% dei giapponesi è contrario alle Olimpiadi e preferirebbe venissero rimandate o cancellate - Medici e infermieri nel Paese hanno fatto sentire la loro voce, preoccupati dai rischi legati a un evento che porterebbe nel Paese migliaia di stranieri

I Giochi a qualunque costo
© AP/Eugene Hoshiko

I Giochi a qualunque costo

© AP/Eugene Hoshiko

Dubbi e perplessità ci sono stati fin dall’inizio. Da quando l’ex premier Shinzo Abe, nel settembre 2013, si presentò a Buenos Aires assieme al presidente turco Erdogan (l’altra candidata era Istanbul) per rassicurare i delegati sul fatto che il Giappone era uscito dall’emergenza dello tsunami e dell’incidente nucleare e che, se avesse vinto l’assegnazione, avrebbe usato le Olimpiadi per lanciare un segnale di speranza e di rinascita all’intero pianeta. «Fukushima no problem - disse Abe nel suo stentato inglese - Everything is under control». Mentiva, l’ex premier, perché allora come ora - a dieci anni di distanza - l’emergenza nucleare a Fukushima è tutt’altro che archiviata, con tre reattori ancora attivi, milioni di tonnellate di acqua contaminata che rischiano di finire in mare e migliaia...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: TuttoSport
  • 1

    Trionfa Carapaz, tappa a Mäder

    ciclismo

    Nell’ultimo appuntamento sulle strade del Tour de Suisse, l’ecuadoriano ha chiuso al quinto posto difendendo la maglia gialla - Il sangallese si è imposto sul traguardo di Andermatt

  • 2
  • 3

    Uran s’impone ad Andermatt

    ciclismo

    Il colombiano ha distanziato la concorrenza di 40 secondi sui 23,2 km della crono con partenza da Sedrun - Terzo Gino Mäder, Carapaz sempre in giallo

  • 4

    Sesta tappa firmata a tavolino da Andreas Kron

    Ciclismo

    Gli organizzatori puniscono il portoghese Rui Costa, autore di una scorrettezza nello sprint a tre a Disentis Sedrun - L’ecuadoriano Carapaz resta al comando del Tour de Suisse

  • 5
  • 1
  • 1