Atletica

Il Lido delle meraviglie

Ai campionati ticinesi di Locarno doppio oro per Angelella, Piffaretti (con record) e Barandun

Il Lido delle meraviglie
L’atleta dell’USA Ascona Emma Piffaretti durante un allenamento. (Foto Zocchetti)

Il Lido delle meraviglie

L’atleta dell’USA Ascona Emma Piffaretti durante un allenamento. (Foto Zocchetti)

LOCARNO - Sono stati due intensi pomeriggi d’atletica quelli di sabato e domenica su piste e pedane del Lido di Locarno, dove la Virtus, per festeggiare i 110 anni d’esistenza, ha organizzato i Campionati ticinesi assoluti in collaborazione con l’USA Ascona. Due giorni con tanto sole e caldo e con oltre 200 partenze che hanno assegnato 11 titoli nel settore femminile e altrettanti in quello maschile.

Sabato si sono svolte le serie e quindi le finali sui 100 metri, dove a imporsi sono stati due nomi importanti dell’atletica ticinese: il plurititolato Daniele Angelella tra gli uomini e l’ancora U18 Emma Piffaretti tra le donne. Il velocista della Virtus Locarno ha vinto in un ottimo 10’’84 (primato stagionale), precedendo l’U20 Christian Reboldi (SAB Bellinzona), che ha chiuso con il personale di 11’’16. Bronzo invece per Mirko Berri della Virtus in 11’’32 un solo centesimo meglio di Stefano Croci dell’Atletica Mendrisiotto e di Gioele Pasteris (SAB), appaiati al quarto rango. Tre le donne vittoria per la fresca primatista svizzera U20 del lungo Emma Piffaretti dell’USA Ascona che si è imposta in 12’’09 davanti a Rachele Pasteris della SAB (12’’33) e Desirèe Regazzoni delle Frecce Gialle Malcantone (12’’62).

Bella la lotta sui 1.500 metri femminili tra Zoe Ranzoni (Virtus) che ha deciso a suo favore la sfida con Emma Lucchina per 15 piccoli centesimi, concludendo in 4’40’’43, mentre l’atleta della Vigor Ligornetto ha colto il personale. Vigor vincente tra gli uomini grazie all’esperto Marco Maffongelli impostosi in 4’02’’18 contenendo il rientro di Tommaso Marani (SAL), che con il personale di 4’04’’67 ha preceduto il compagno di club Ismail Sebghatullah, primo U20.

Sul giro di pista vittoria in un ottimo 53’’13 per la cubana del GAB Lisneidy Cordova Vietia, già olimpionica a Rio con la 4x400 metri e con un personale di 51’’72, mentre il titolo è andato a Tessa Tedeschi della SFG Airolo in 57’’57 davanti a Sabrina Innocenti e Marta Tagliabue (GAB). Tra gli uomini finale serrato con Silvio Barandun primo in 50’’01 davanti a Hagos Boo (SFGA, in 50’’32) e Matteo D’Anna (USA, 50’’44)

Nel peso titoli per l’ASSPO con il decatleta Luca Bernaschina, primo con 13.29 metri, e per l’USC con Giada Battaini, prima con il personale di 11.62 metri davanti alla compagna Céline Vicari e a Gillian Ferrari del GAB. Nell’asta si è saliti fino a 4.10 metri, misura superata sia dal vincitore Leo Pedrioli della Virtus, con un percorso netto nelle misure affrontate, sia dal secondo, Ettore Poroli dell’USA. Vittoria per la Virtus anche nel giavellotto femminile grazie al personale raggiunto dalla giovane U18 Lisa Patocchi che con 34.91 metri ha preceduto Melanie Venzi della SAB di 63 centimetri. Nella prima giornata di questi riusciti campionati si è disputato anche il salto triplo femminile con la vittoria di Bernadette Gervasoni della SAB con 11.13 metri, pure lei ancora U20.

Domenica ancora Emma Piffaretti protagonista, la quale ha ritoccato il già suo primato ticinese U20 sui 200 metri di un centesimo. Nella bella finale ha migliorato il suo personale ottenuto nel 2018 a Frauenfeld precedendo in 24’’21 (che è anche limite per gli Europei U20) Rachele Pasteris, Tessa Tedeschi e Roberta Mazzotta della SAL, tutte con il loro personale di 25’’01, 25’’23 e rispettivamente 25’’86. Anche Angelella si è confermato il più veloce e, dopo l’oro nei 100 metri, ha vinto anche i 200, di nuovo con il personale stagionale (21’’73). Alle sue spalle tre giovani U20 o U18, tutti a personale: Julian Rüfenacht del GAB, Hagos Boo e Mattia Schenk delle Frecce Gialle Malcantone.

Sugli 800 metri ben 13 atleti al via nella finale che ha visto Silvio Barandun doppiare l’oro di sabato sui 400 con una bella progressione finale. Secondo Mirko Tamò del GAB e terzo Pedro Rafael Peixoto dell’Atletica Mendrisiotto. Tra le donne spalla a spalla tra Cecilia Conforto Galli della SAL che per pochi decimi ha avuto la meglio in 2’19’’23 su Moser Mara del GAB, prima U20. Non lontana Ilaria Arini della SAB, terza. Le corse di domenica si sono chiuse con i 400 ostacoli, dove Matteo D’Anna dell’USA ha vinto il titolo con il bel personale di 55’’05 davanti ad Alessio Guidon del GAB in 56’’83.

Nel salto in lungo bella vittoria di Christian Reboldi (SAB) con la misura di 6.76 metri, che ha lasciato a tre centimetri l’italiano Rossetti, mentre l’argento è andato a Ettore Poroli dell’USA e il bronzo all’U16 Andrè Da Cruz della Vigor. Vigor che si è invece aggiudicata il titolo femminile con la primatista ticinese e svizzera Irene Pusterla che ha raggiunto al terzo salto la misura di 6.13 metri. Alle sue spalle le giovani U18 Ulla Rossi e Maëva Tahou della SAB, entrambe con il personale di 5.59 e rispettivamente 5.57 metri. Ulla Rossi si è poi presa l’oro nell’alto con 1.60 metri, mentre al maschile è stato Martino Kick della SAM a salire più in alto, vincendo con 1.93 metri davanti al primo U20, Nathan Soldati dell’USA. Domenica si è pure svolto il concorso del disco con Gian Vetterli dell’USA a vincere la prova con 44.39 metri, ben incalzato dal decatleta Bernaschina, secondo con 39.21 metri, mentre al femminile l’U20 Gillian Ferrari del GAB ha fatto sua la gara con il miglior lancio a 34.10 metri.

Complessivamente i 22 titoli assoluti sono andati a dieci diverse società con la Virtus Locarno a vincere il medagliere con 7 ori, seguita da USA con 4, SAB con 3 e Vigor con 2 ori. Poi uno a testa per USC, GAB, SAM, ASSPO, SFGA e SAL.

I CAMPIONI TICINESI

Uomini e U20

Peso: Luca Bernaschina, ASSPO / Ettore Poroli, USA. Asta: Leo Pedrioli, Virtus (anche U20). 100 m: Daniele Angelella, Virtus / Christian Reboldi, SAB. 400 m: Silvio Barandun, Virtus / Hagos Boo, SFGA. 1.500 m: Marco Maffongelli, Vigor / Ismail Sebghatullah, SAL. Alto: Martino Kick, SAM / Nathan Soldati, USA. Lungo: Christian Reboldi, SAB (anche U20). Disco: Gian Vetterli, USA (anche U20). 200 m: Daniele Angelella, Virtus / Julian Rüfenacht, GAB. 800 m: Silvio Barandun, Virtus / Ismail Sebghatullah, SAL. 400 m ostacoli: Matteo D’Anna, USA / Alessio Guidon, GAB.

Donne e U20

Giavellotto: Lisa Patocchi, Virtus (anche U20). Peso: Giada Battaini, USC (anche U20). Triplo: Bernadette Gervasoni, SAB (anche U20). 100 m: Emma Piffaretti, USA (anche U20). 400 m: Tessa Tedeschi, SFGA (anche U20). 1.500 m: Zoe Ranzoni, Virtus (anche U20). Alto: Ulla Rossi, SAB (anche U20). Lungo: Irene Pusterla, Vigor / Ulla Rossi, SAB. Disco: Gillian Ferrari, GAB (anche U20). 200 m e 100 m: Emma Piffaretti, USA (anche U20). 800 m: Cecilia Conforto Galli, SAL / Mara Moser, GAB.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: TuttoSport
  • 1