Atletica

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

La specialista degli 800 m secondo la regola 114 della IAAF deve assumere medicamenti per far scendere il testosterone

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya
Una serie di scatti della sudafricana Caster Semenya. (Foto Keystone)

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Una serie di scatti della sudafricana Caster Semenya. (Foto Keystone)

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

PRETORIA - Il ministero sudafricano dello Sport ha annunciato che la sua federazione nazionale di atletica ricorrerà contro la decisione del Tribunale arbitrale dello sport in seguito alla quale Caster Semenya - due volte campionessa olimpica degli 800 metri, specialità in cui ha pure conquistato a tre riprese il titolo mondiale - è stata di fatto obliggata ad assumere medicamenti per abbassare il tasso di testosterone prodotto dal suo corpo. Lo scorso 1. maggio il TAS aveva respinto il ricorso della Semenya contro la IAAF - la federazione internazionale di atletica - che ha deciso di far valere la regola numero 114 sulle atlete iperandrogine sia per lei sia per tutte coloro che si ritrovano nella stessa situazione.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
  • 1
Ultime notizie: TuttoSport
  • 1