Atletica

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

La specialista degli 800 m secondo la regola 114 della IAAF deve assumere medicamenti per far scendere il testosterone

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya
Una serie di scatti della sudafricana Caster Semenya. (Foto Keystone)

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Una serie di scatti della sudafricana Caster Semenya. (Foto Keystone)

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

 Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

Il Sudafrica vuole ricorrere contro le misure imposte alla Semenya

PRETORIA - Il ministero sudafricano dello Sport ha annunciato che la sua federazione nazionale di atletica ricorrerà contro la decisione del Tribunale arbitrale dello sport in seguito alla quale Caster Semenya - due volte campionessa olimpica degli 800 metri, specialità in cui ha pure conquistato a tre riprese il titolo mondiale - è stata di fatto obliggata ad assumere medicamenti per abbassare il tasso di testosterone prodotto dal suo corpo. Lo scorso 1. maggio il TAS aveva respinto il ricorso della Semenya contro la IAAF - la federazione internazionale di atletica - che ha deciso di far valere la regola numero 114 sulle atlete iperandrogine sia per lei sia per tutte coloro che si ritrovano nella stessa situazione.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
  • 1
Ultime notizie: TuttoSport
  • 1
    Corsa d’orientamento

    Svizzera d’argento in staffetta

    Il bilancio rossocrociato dei primi mondiali esclusivamente boschivi è di 4 medaglie: due arrivate da Simona Aebersold (bronzo nella long e argento nella middle), una da Daniel Hubmann (bronzo nella long) e l’ultima, d’argento, conquistata da Sabine Hauswirth, ancora la Aebersold e Julia Jakob in staffetta

  • 2
    beach volley

    Heidrich/Vergé-Dépré in finale al Mosca

    Le due ragazze elvetiche domenica giocheranno l’atto conclusivo della tappa del World Tour nella capitale russa affrontando la coppia brasiliana Taiana Lima/Talita

  • 3
    Ciclismo

    Uno come Gimondi non morirà mai

    Era simbolo di un’Italia felice e ancora in bianco e nero, ha concluso la sua corsa in Sicilia per un malore – Campione dal talento purissimo, ebbe il privilegio di trovare sulla sua strada il Cannibale Eddy Merckx

  • 4
  • 5
    Sport

    È morto Felice Gimondi

    Lutto nel mondo del ciclismo italiano: l’ex campione bergamasco è morto stasera dopo un malore, mentre si trovava in vacanza in Sicilia - LE FOTO

  • 1