L’innata leggerezza di Ajla Del Ponte

Atletica

Laurent Meuwly, allenatore della velocista ticinese dal 2015, ci parla dei suoi progressi, dei suoi recenti exploit e delle sfide che ancora la attendono

L’innata leggerezza di Ajla Del Ponte
Ajla Del Ponte in azione a Bulle. © KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

L’innata leggerezza di Ajla Del Ponte

Ajla Del Ponte in azione a Bulle. © KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Leggera come una farfalla. Ma anche potente, muscolosa. E veloce, sempre di più. Ajla Del Ponte continua a correre dietro ai suoi sogni. Avanti di questo passo, però, finirà per superarli. «Ora mi sento una vera atleta», ha detto la sprinter ticinese dopo gli exploit di sabato a Bulle. In particolare dopo quell’11’’08 nei 100 metri che la piazza al secondo posto di sempre in Svizzera dietro a Mujinga Kambundji e che rappresenta la miglior prestazione europea della stagione, nonché la seconda mondiale. Per parlare di questi progressi abbiamo interpellato Laurent Meuwly, l’allenatore friburghese che nel 2015 l’ha accolta nel suo team a Losanna e che lo scorso anno – congedandosi da Swiss Athletics – l’ha portata con sé in Olanda.

Era nell’aria

Nel weekend Laurent Meuwly ha condiviso su Twitter...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Fernando Lavezzo
Ultime notizie: TuttoSport
  • 1
  • 1