La Boccia d’Oro premia la flotta Klein-Peschiera

Bocce

Prestigioso successo della squadra di casa in un torneo di alto livello in cui i «prof» italiani hanno faticato a far valere la loro classe – Amara eliminazione per Mirko Savoretti

La Boccia d’Oro premia la flotta Klein-Peschiera
Eric Klein e Rodolfo Peschiera mostrano orgogliosi la Boccia d’Oro conquistata a Chiasso.

La Boccia d’Oro premia la flotta Klein-Peschiera

Eric Klein e Rodolfo Peschiera mostrano orgogliosi la Boccia d’Oro conquistata a Chiasso.

Quando si ha l’onore e il merito di ricevere un riconoscimento per il proprio spirito imprenditoriale, come era spettato a Nicolas Hayek nel 2008, si ha di che andar fieri. Ed Eric Klein, insignito del prestigioso Premio Gaïa 2021 (unico nel suo genere a onorare donne e uomini la cui carriera è stata dedicata alla misurazione del tempo), ha ricordato la sua precisione alla Boccia d’Oro di Chiasso, ricambiato con la stessa precisione e freddezza dal suo abituale compagno Rodolfo Peschiera. La coppia della San Gottardo, nonostante una concorrenza italiana di altissimo livello, ha offerto una prestazione impeccabile su tutto l’arco del torneo.

Semifinale al cardiopalma

Opposti al fuoriclasse Mirko Savoretti e all’ottimo Marco Luraghi al penultimo atto, Klein-Peschiera hanno avuto una reazione d’orgoglio quando il neocastellano di Vacallo ha mancato il comunque difficile punto della partita da oltre 20 metri. La coppia italiana, graziata, ha provato a chiudere con rabbia, ma i rossoblù hanno retto nonostante avessero lo svantaggio delle bocce. Al tiro decisivo, aperto, Savoretti ha peccato di precisione e ha consegnato la finale nelle mani di Eric Klein e Rodolfo Peschiera con il punteggio di 12-11.

Favoriti ancora umiliati

La finalissima doveva essere un’altra scalata in alta quota, considerato il valore degli avversari Ferdinando Paone e Christian Andreani, altri professionisti del panorama italiano iscritti alla Boccia d’Oro. Una partenza falsa con un tiro bislacco al pallino, che è costato ben 4 punti, ha destabilizzato i due favoriti e Peschiera (impeccabile a punto) e Klein (sempre a segno con il suo sottomano) hanno allungato in fretta, chiudendo con uno strepitoso 12-3.

Eric Klein impressionante

Fisico invidiabile per i suoi 72 anni, Eric Klein non solo ha avuto un ottimo rendimento come colpitore, ma ha piazzato bocce decisive anche a punto che hanno sorretto la vena straordinaria di Rodolfo Peschiera nei momenti topici. Questa prestazione compatta ha permesso ai beniamini della presidente Fiorenza Rivabella di raggiungere un successo che per ogni coppia ticinese in lizza sembrava impossibile. Solo Marco Ferrari e Massimo Facchinetti, pure della San Gottardo, hanno provato a resistere alla forza d’urto della concorrenza italiana (12-5 a favore di Paone-Andreani nei quarti), mentre Valentino Ortelli e Roberto Fiocchetta nulla hanno potuto contro Savoretti-Luraghi.

Ricordando l’amico Luigi

La vittoria della Boccia d’Oro da parte di Eric Klein e Rodolfo Peschiera non poteva essere che il più bel tributo a Luigi Larghi, scomparso poco più di un anno fa e al quale la San Gottardo vuole sempre un bene profondo. «È stato una figura carismatica della nostra società» ha ricordato il presidente onorario Renato Bullani. «Luigi manca agli amici e ai molti beneficiari della sua naturale grande generosità». Larghi, oltre che giocatore di spessore, ha ricoperto anche il ruolo di tecnico fino a diventare vice-presidente della “Gottardo”.

Terna dell’Amicizia

È scattato ieri sera al Palapenz il terzo appuntamento della SB San Gottardo, che si concluderà con le finali di venerdì prossimo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: TuttoSport
  • 1
  • 1