La ripartenza è un successo: vincono Destefani e De Luca

Bocce

La formazione luganese si aggiudica il primo titolo cantonale dopo il lockdown durato cinque mesi – Superata al termine di un incontro combattuto la coppia Rosaria Cadei-Antonio Riccio della Stella Locarno

La ripartenza è un successo: vincono Destefani e De Luca
I due vincitori del Campionato ticinese a coppie 2020.

La ripartenza è un successo: vincono Destefani e De Luca

I due vincitori del Campionato ticinese a coppie 2020.

Dopo cinque lunghi mesi di stop – l’ultimo torneo fu il «Gran Premio Città di Mendrisio» dell’8 marzo – si è tornati a giocare. Le bocce hanno ripreso a rotolare sulle corsie del Luganese e si sono di nuovo uditi i secchi rumori delle stoccate dei pezzi colpiti. Un sollievo per gli atleti e per gli appassionati, al pari degli atleti e degli appassionati di tanti altri sport.

La Federazione svizzera e quella ticinese hanno dovuto stravolgere i calendari ufficiali preparati per l’intero 2020. E, seguendo rigorosamente l’evoluzione della pandemia, nonché gli allentamenti decisi dalle autorità politiche e sanitarie, hanno elaborato un piano sostitutivo di tornei ufficiali con l’obiettivo di salvare innanzitutto quelli che assegneranno i titoli nazionali e cantonali.

Il primo appuntamento è stato il Campionato ticinese a coppie la cui organizzazione se l’è assunta la Società bocciofila Pregassona. Dirigenti collaudatissimi quelli del Club luganese. La FBTi è andata sul sicuro. Il direttore di gara Emilio Tunesi, in collaboratore con il responsabile Covid-19 Fabrizio Badiali, ha assicurato il rispetto del piano di protezione che sarà in vigore per tutte le gare. Le modalità dell’eventuale tracciamento sono state tutte rispettate. Buona la prima, quindi, dopo il lockdown.

Hanno vinto Giuseppe «Gepi» Destefani e Orazio De Luca, la formazione di punta della SB Pregassona. Un successo meritato, per finire, passato attraverso alcuni momenti a forte rischio eliminazione. All’immagine del dodici a undici con il quale in mattinata hanno mandato ai box i locarnesi della Stella Marco Casella e Tiziano Catarin e all’immagine del dodici a dieci nei quarti contro il giovanissimo Ryan a far da colpitore al puntatore papà Marco Regazzoni.

Destefani e De Luca hanno griffato il loro successo in semifinale infliggendo un inatteso dodici a uno alla forte coppia della Torchio di Valentino Ortelli e Roberto Fiocchetta prima di vedersela nella partita decisiva con i sorprendenti e bravissimi Rosaria Cadei e Antonio Riccio della Stella Locarno. I quali, pur su una corsia delicata e qua e là mammellata, hanno venduto carissima la pelle, fino a trovarsi in vantaggio per nove a otto. Rosaria Cadei si è perfettamente trovata a suo agio e Antonio Riccio ha resistito fino alla fine sopportando un dolore muscolare emerso nei quarti di finale.

Da sottolineare la bellissima e decisiva giocata del “Gepi” che ha garantito i quattro punti del successo finale: un pallino colpito e mandato alle tavole di fondo e un tiro portato alla boccia corta del compagno per evitare il caricamento di qualche pezzo degli avversari. Insomma, un «Gepi» d’altri tempi che, insieme al partner De Luca, ha reso felici i dirigenti del suo Club.

Giuseppe Cassina, nella qualità di Presidente della Pregassona, e Romeo Pellandini in un inedito look estivo, Presidente della FBTi, hanno speso giustificate parole di speranza augurandosi che i prossimi appuntamenti possano essere onorati senza la cappa di ulteriori minacce legate alla salute.

Alle prime quattro coppie classificate, oltre alle medaglie, sono stati consegnati piatti in ceramica opera degli ospiti dell’OTAF come vuole la tradizione del Club di Pregassona.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: TuttoSport
  • 1
  • 1