La selezione svizzera di ginnasti accede alla finale a squadre di Tokyo 2020

olimpiadi

Il team composto da Christian Baumann, Pablo Brägger, Benjamin Gischard e Eddy Yusof ha ottenuto l’ammissione alla prossima fase - A Rio 2016 l’obiettivo venne mancato di poco

La selezione svizzera di ginnasti accede alla finale a squadre di Tokyo 2020
© AP/Gregory Bull

La selezione svizzera di ginnasti accede alla finale a squadre di Tokyo 2020

© AP/Gregory Bull

La selezione svizzera di ginnasti si è qualificata alla finale a squadre dei Giochi olimpici di Tokyo 2020, in programma lunedì. Christian Baumann, Pablo Brägger, Benjamin Gischard e Eddy Yusof hanno raggiunto infatti il settimo posto, sufficiente per continuare la competizione (solo le prime otto squadre possono accedervi).

Con la qualificazione per la finale a squadre, i ginnasti svizzeri raggiungono un obiettivo mancato di poco nel 2016 a Rio (dove arrivarono noni). Prima di Rio, ci sono voluti 24 anni perché una squadra svizzera fosse rappresentata ai Giochi Olimpici.

Il quartetto si è detto «molto contento» delle proprie performance, anche prima che il verdetto fosse noto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: TuttoSport
  • 1

    L’obstacle course racing: «Una metafora della vita»

    Sport emergente

    Nadia Brusorio, presidente dell’associazione ticinese OCR e vicepresidente a livello nazionale, ha portato in Ticino e in Svizzera una disciplina che non ha limiti, ma che aiuta a superare quelli della quotidianità

  • 2

    Il testimonial di Ryder Cup a Magliaso

    Golf

    Renato Paratore, 7. all’Open di Crans Montana, ha fatto visita al GC Lugano per una giornata conviviale: «Da junior ho difeso i colori della squadra europea, il mio sogno è quello di poterlo fare con l’élite nel 2023 a Roma»

  • 3
  • 4

    Del Ponte felice a metà

    Atletica

    La ticinese contenta per come è stata accolta, meno per la gara chiusa al terzo posto in 11’’11 - Il successo è andato alla forte giamaicana Shelly-Ann Fraser-Pryce (10’’78) davanti a Mujinga Kambundji (10’’99)

  • 5

    «Guardiamo con fiducia alla nuova generazione»

    Triathlon

    Il ticinese Mattia Gyöngy è alla testa di una federazione che ha dato grandi soddisfazioni alla Svizzera: «Ho molto apprezzato la manifestazione di Locarno, ben gestita e ben organizzata»

  • 1
  • 1