Basket

Massagno dice addio al terzo posto

Battuta a Neuchâtel, la SAM sfiderà il Monthey nei playoff - Il Lugano vince a Pully

Massagno dice addio al terzo posto
Robbi Gubitosa, tecnico della SAM Massagno (Foto Zocchetti).

Massagno dice addio al terzo posto

Robbi Gubitosa, tecnico della SAM Massagno (Foto Zocchetti).

NEUCHÂTEL/PULLY - La SAM Massagno dice addio al terzo posto con un turno d’anticipo. Battuta 86-67 nello scontro diretto di Neuchâtel, la squadra della collina non può più sperare di attaccare lo stesso Union in classifica. I romandi, del resto, si sono aggiudicati tre sfide su tre contro gli uomini di Robbi Gubitosa. Alla Riveraine i padroni di casa hanno trovato lo strappo decisivo nella seconda metà del secondo quarto, andando alla pausa avanti di 15 punti. La SAM, ancora priva del fondamentale Jules Aw, non ha più saputo rientrare. I massagnesi sono già certi di affrontare il Monthey nei quarti di finale dei playoff. Prima, però, c’è un ultimo impegno della fase intermedia. Proprio contro i vallesani, in quella che sabato prossimo a Nosedo sarà una sorta di prova generale.

Il Lugano, invece, non conosce ancor il nome del suo avversario nel primo turno dei giochi per il titolo. Vincitori per 73-66 in casa del Pully-Losanna, i bianconeri – settimi sulla «griglia di partenza» – dovranno attendere il prossimo weekend per sapere chi arriverà secondo. In programma vi è infatti il big match tra Ginevra e Friburgo, ora appaiate al comando. In terra vodese, nel loro ultimo impegno della fase intermedia, i Tigers di Andrea Petitpierre hanno controllato agevolmente la prima metà del match (42-28 alla pausa), per poi resistere faticosamente al tentativo di rimonta dei locali.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: TuttoSport
  • 1