Nicola Brienza: «Devo molto all’esperienza con il Lugano»

Basket

Dopo Cantù la firma con Trento: l’ex coach dei Tigers si racconta

 Nicola Brienza: «Devo molto all’esperienza con il Lugano»
Nicola Brienza ai tempi dei Lugano Tigers. (Foto Zocchetti)

Nicola Brienza: «Devo molto all’esperienza con il Lugano»

Nicola Brienza ai tempi dei Lugano Tigers. (Foto Zocchetti)

«Quando si tocca il fondo si può solo risalire». «L’unione fa la forza». Se cercate un aforisma che descriva la stagione 2018-19 della Pallacanestro Cantù, non preoccupatevi: ce ne sono a bizzeffe. Perché quella chiusa da non molto tempo, per i canturini, è stata un’annata passata su un ottovolante, con il serio rischio, ad un certo punto, di trovare a fine corsa un muro di cemento armato. Succede a novembre, quando i conti del patron Gerasimenko vengono bloccati per questioni legali. La società è un passo dal baratro. Ma a Cantù il basket è nel DNA dei suoi abitanti, passione pura che vive e si tramanda ancor prima dei tempi dei grandi trionfi. Una storia che si incrocia anche con il Ticino.

Succede questo: i canturini fanno cerchio, creano un consorzio e salvano la baracca. Che poi a febbraio...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: TuttoSport
  • 1
  • 1