Terzo successo per la SAM Massagno, il primo per i Lugano Tigers

basket

La squadra di Robbi Gubitosa si è sbarazzata del Neuchâtel imponendosi a Nosedo, quella di Milutin Nikolic ha fatto altrettanto vincendo sul parquet degli Starwings Basilea

Terzo successo per la SAM Massagno, il primo per i Lugano Tigers
Robbi Gubitosa. ©CDT/Gabriele Putzu

Terzo successo per la SAM Massagno, il primo per i Lugano Tigers

Robbi Gubitosa. ©CDT/Gabriele Putzu

Terzo successo in altrettante uscite in questo inizio di campionato per la Spinelli Massagno. Oggi a Nosedo a cadere è stato l'Union Neuchâtel, bravo da par suo a mettere i bastoni tra le ruote dei ticinesi nei primi venti minuti ma poi crollato alla distanza. Merito ovviamente anche dei padroni di casa, che hanno reagito a un primo tempo bruttino, caratterizzato da basse percentuali al tiro (42% scarso totale, 5/15 dalla lunga distanza), piazzando un terzo periodo durante il quale hanno messo in mostra il loro volto migliore. Tanto è bastato alla fine per portare altri due punti in classifica. Ma come a Ginevra, la SAM ha dimostrato di avere spirito coriaceo e di non perdersi in un bicchier d'acqua quando le cose non girano al meglio; alcuni automatismi vanno ancora oliati, e non può essere altrimenti dopo sole tre giornate, ma la compattezza vista anche ieri tra le mura amiche di Nosedo può già dare buoni indizi sul carattere del gruppo di Gubitosa. Che da par suo si può godere i risultati di un'altra serata durante la quale ha visto i suoi ragazzi giocare d'insieme; 4 uomini in doppia cifra, e la difesa di squadra che, ancor più dell'attacco (7/11 al tiro nella frazione, 3/4 da 3), nel terzo quarto ha contribuito a creare il vuoto. E non può non godersi anche le tante piccole cose che continuano a dargli due come James e Williams, la nota “verve” di Kovac (anche ieri all'altezza della maglia di “top scorer”), la crescita di Taylor e Nikolic; quando anche i fratelli Mladjan (Dusan ieri ancora in borghese, Marko in campo acciaccato) ritroveranno la salute fisica, in collina il potenziale non potrà che aumentare.

Squadra sicura e paziente

«Sono contento – le parole di Robbi Gubitosa nel dopo partita – La difesa mi è piaciuta particolarmente, abbiamo lavorato bene, e ho anche potuto distribuire minuti piuttosto equamente. Questa è una squadra sicura di sé stessa, che ha la giusta pazienza per aspettare che le cose girino meglio». In vista del derby, e non solo, come dicevamo prima questi sono tutti ottimi segnali, venuti buoni ieri come avrete intuito in modo particolare nella prima metà di partita, quella durante la quale gli ospiti hanno anche avuto modo di condurre per un quarto d'ora abbondante. I padroni di casa hanno infatti dovuto aspettare fino al 17' per mettere una prima volta la testa avanti, imbrigliati anche da loro stessi. Ma una volta preso ritmo, la Spinelli non si è più fermata; così +6 della pausa è diventato +10 un paio di minuti dopo (45-35 al 23') per poi trasformarsi in un comodo comodo +18 (63-45) in vista della terza sirena, momento in cui il coach avversario Trunovic ha deciso di ammainare la bandiera liberando dalla panchina i suoi giovanissimi.

Si sblocca il Lugano

Successo anche per il Lugano ieri con gli Starwings, il primo della sua stagione. Dopo un brutto inizio (23-6 dopo 8') i bianconeri, privi di Stevanovic, hanno reagito e come formichine rosicchiato il vantaggio avversario fino a portarsi a casa i due punti (67-81). Quale modo migliore per lanciare il derby di sabato?

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: TuttoSport
  • 1

    La Svizzera ci prova, Italia sempre avanti

    Bocce

    I selezionatori Luca Rodoni e Anna Giamboni lanciano i loro giovani a Bergamo nel Meeting Internazionale della Ripartenza: «Questa esperienza ha fatto crescere il gruppo»

  • 2
  • 3

    Silva e Faraci tornano sul ring

    Pugilato

    La grande boxe ticinese torna sul ring sabato nell’ambito della Faido Boxing Night - La manifestazione, organizzata dal preparatore atletico bellinzonese Antonio Liucci, prevede sei match tra pugili dilettanti e altri sei nella categoria dei professionisti

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1