Troppo Porto per il Biasca

roller hockey

Nella loro prima sfida di Eurolega i lusitani hanno sconfitto al Palaroller i rivieraschi per 12-1 - LE FOTO

 Troppo Porto per il Biasca
I giocatori del Porto festeggiano. ©CDT/GABRIELE PUTZU

Troppo Porto per il Biasca

I giocatori del Porto festeggiano. ©CDT/GABRIELE PUTZU

 Troppo Porto per il Biasca
I tifosi del Biasca. ©CDT/GABRIELE PUTZU

Troppo Porto per il Biasca

I tifosi del Biasca. ©CDT/GABRIELE PUTZU

 Troppo Porto per il Biasca
Alberto Orlandi. ©CDT/GABRIELE PUTZU

Troppo Porto per il Biasca

Alberto Orlandi. ©CDT/GABRIELE PUTZU

 Troppo Porto per il Biasca
©CDT/GABRIELE PUTZU

Troppo Porto per il Biasca

©CDT/GABRIELE PUTZU

 Troppo Porto per il Biasca
Un contrasto tra Carlo Di Benedetto (Porto, a sinistra) e Gregorio Boll (Biasca). ©CDT/GABRIELE PUTZU

Troppo Porto per il Biasca

Un contrasto tra Carlo Di Benedetto (Porto, a sinistra) e Gregorio Boll (Biasca). ©CDT/GABRIELE PUTZU

Goleada lusitana al Palaroller di Biasca, dove i campioni svizzeri affrontavano il Porto nella loro prima sfida di Eurolega. Già, perchè a metà ottobre i ticinesi avevano rinunciato alla trasferta in Catalogna, teatro allora di pericolose manifestazioni, pensando alla sicurezza dei giocatori. La federazione internazionale, in base al regolamento ufficiale, ha affibbiato loro la sconfitta a tavolino (10-0) e una multa salata.

Sabato pomeriggio, la formazione di Alberto Orlandi ha subito la dura legge del più forte, ma è comunque riuscita a segnare una rete, quella di Pietro Giger a due minuti dal termine dell’incontro a una corazzata lusitana che si trova ai vertici europei da più anni.

Le altre due partite casalinghe sono previste al Palaroller il 14 dicembre contro il Monza e il 15 febbraio 2020 contro il Noia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: TuttoSport
  • 1
  • 1