«Vi racconto il mio Pogacar, un campione con il sorriso»

Ciclismo

Mauro Gianetti, massimo dirigente dell’UAE Team Emirates, si gode il suo pupillo sloveno, trionfatore al Tour de France: «Ora dovrà imparare a gestire la pressione e le aspettative»

«Vi racconto il mio Pogacar, un campione con il sorriso»
© EPA/STEPHANE MANTEY

«Vi racconto il mio Pogacar, un campione con il sorriso»

© EPA/STEPHANE MANTEY

È finito il Tour de France, ma non il tour de force. All’orizzonte ci sono già i Mondiali di Imola, il Giro d’Italia, le classiche del nord, la Vuelta di Spagna. Lo sa bene Mauro Gianetti, team principal e CEO dell’UAE Team Emirates, trionfatore a Parigi grazie allo sloveno Tadej Pogacar.

Dopo la festa sui Campi Elisi, Mauro Gianetti è subito rientrato al quartier generale milanese dell’UAE Emirates. È proprio vero che non ci si ferma mai... «Soprattutto quest’anno, con la stagione concentrata in pochi mesi. Dopo i Mondiali (24-27 settembre), ecco che il 3 ottobre scatterà il Giro d’Italia, le cui date si sovrapporranno con le classiche delle Ardenne e con quelle del pavé, oltre che con la fase iniziale della Vuelta. Anche se sull’effettivo svolgimento della corsa spagnola inizia a sorgere qualche...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sport
  • 1
  • 1