A Berna si discute la «proposta Merlani»

Personale sanitario

Trasparenza sui vaccinati in ospedali, cliniche, case per anziani: c’è chi la ritiene necessaria, chi eccessiva in termini di pressione

A Berna si discute la «proposta Merlani»
Sia la Conferenza dei direttori cantonali della sanità sia H+ hanno sottolineato che il tasso di vaccinazione nel sistema sanitario è già relativamente avanzato. © CdT/Gabriele Putzu

A Berna si discute la «proposta Merlani»

Sia la Conferenza dei direttori cantonali della sanità sia H+ hanno sottolineato che il tasso di vaccinazione nel sistema sanitario è già relativamente avanzato. © CdT/Gabriele Putzu

I pazienti devono avere tutti gli elementi necessari per scegliere da chi farsi curare. Dare loro la possibilità di conoscere il tasso di copertura vaccinale delle strutture del cantone è necessario per puntare sulla totale trasparenza. La soluzione ticinese, che entrerà in vigore il 1. agosto e che vuole spingere il personale sanitario che ancora non l’ha fatto a immunizzarsi, riscuote reazioni contrastanti nel resto del Paese.

In una lettera del 23 luglio indirizzata a ospedali, cliniche, case per anziani e servizi di assistenza e cura a domicilio, il medico cantonale Giorgio Merlani ha ribadito - lo ricordiamo - l’importanza della vaccinazione del personale sanitario e ha annunciato la pubblicazione online, da domenica, del tasso di copertura vaccinale nelle singole strutture. Una tale iniziativa,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1