A causa della pandemia, in aumento la violenza domestica

svizzera

A causa dei continui litigi dei genitori o di altre tensioni famigliari, sempre più ragazzi e ragazze vogliono lasciare casa - Gli psicologi sono preoccupati: la seconda ondata di COVID-19 sta pesando particolarmente sulla psiche dei giovani

A causa della pandemia, in aumento la violenza domestica
© Shutterstock

A causa della pandemia, in aumento la violenza domestica

© Shutterstock

La crisi legata al coronavirus continua ormai da un anno e un dato preoccupante che emerge dalle statistiche è un aumento della violenza domestica, secondo quanto scrive la «SonntagsZeitung».

Nelle pagine del domenicale si legge che nel solo canton Argovia la polizia cantonale nell’ultimo anno ha visto un aumento degli interventi di questo tipo del 12%. Incrementi si sono registrati anche a Berna e a Zurigo. Aumenti si segnalano poi anche nei contatti con i centri di consulenza per la gioventù. Sono sempre maggiori infatti i casi di ragazze e ragazzi che, a causa dei genitori che litigano continuamente o di altre tensioni famigliari, vogliono lasciare casa. Gli psicologi sottolineano che spesso si tratta di casi in precarie condizioni abitative e famigliari, che si sono ulteriormente aggravate con la crisi pandemica.

La seconda ondata di COVID-19, sempre secondo gli esperti contattati dal domenicale, si fa sentire in maniera particolarmente pesante sulla psiche dei giovani, che perdono la gioia di vivere e tendono in alcuni casi alla depressione. La mancanza di contatti con gli amici è infatti particolarmente dura da digerire per quella fascia d’età.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1