Ambientalisti contro Credit Suisse: «Federer, aiutaci tu!»

clima

Manifestazioni in sette città svizzere per chiedere al tennista di attivarsi affinché l’istituto di credito, che usa la sua immagine in campagne pubblicitarie, si impegni a favore di investimenti neutrali a livello climatico^

 Ambientalisti contro Credit Suisse: «Federer, aiutaci tu!»
(KEYSTONE/Alexandra Wey)

Ambientalisti contro Credit Suisse: «Federer, aiutaci tu!»

(KEYSTONE/Alexandra Wey)

 Ambientalisti contro Credit Suisse: «Federer, aiutaci tu!»
(KEYSTONE/Alexandra Wey)

Ambientalisti contro Credit Suisse: «Federer, aiutaci tu!»

(KEYSTONE/Alexandra Wey)

 Ambientalisti contro Credit Suisse: «Federer, aiutaci tu!»
(KEYSTONE/Alexandra Wey)

Ambientalisti contro Credit Suisse: «Federer, aiutaci tu!»

(KEYSTONE/Alexandra Wey)

 Ambientalisti contro Credit Suisse: «Federer, aiutaci tu!»
(KEYSTONE/Alexandra Wey)

Ambientalisti contro Credit Suisse: «Federer, aiutaci tu!»

(KEYSTONE/Alexandra Wey)

In sette città svizzere oggi attivisti ambientalisti si sono rivolti al tennista Roger Federer chiedendogli di impegnarsi per investimenti neutrali dal punto di vista climatico da parte di Credit Suisse, istituto che usa l’immagine del grande campione per fare pubblicità.

A Berna, Basilea, Losanna, Ginevra, Friburgo e Neuchâtel si sono formate colonne di persone presso alcune sedi del CS durante l’ora di pranzo. L’azione si è svolta su appello della coalizione «Roger Wake Up Now» (Roger adesso svegliati), ha annunciato la stessa organizzazione nel cui mirino ci sono in particolare gli investimenti nel commercio con il petrolio.

A Roger Federer è stato chiesto con lettere personali di domandare alla sua banca sponsor di modificare la sua politica commerciale. La grande banca elvetica dovrebbe smettere di continuare a finanziare le aziende che utilizzano combustibili fossili, considerati particolarmente dannosi per il clima.

Alcuni membri della coalizione ambientalista hanno incontrato esponenti della Fondazione Roger Federer presso la sede a Zurigo. Gli attivisti che vi hanno partecipato hanno lasciato l’incontro delusi dopo un’ora e mezza.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1