App SwissCovid dal 25 giugno sulle piattaforme digitali

Pandemia

Sarà disponibile su Apple Store e Google Play Store - L’uso dell’applicazione di tracciamento è volontario e gratuito

App SwissCovid dal 25 giugno sulle piattaforme digitali
© KEYSTONE/Laurent Gillieron

App SwissCovid dal 25 giugno sulle piattaforme digitali

© KEYSTONE/Laurent Gillieron

Dal 25 giugno, la nuova app SwissCovid sarà disponibile in Apple Store e in Google Play Store. Lo scrive l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) sulla sua pagina internet.

L’applicazione SwissCovid per telefoni cellulari (Android/iPhone) dovrebbe consentire di contenere il nuovo coronavirus. Abbinata al classico tracciamento dei contatti svolto dai Cantoni per ricostruire le infezioni, dovrebbe contribuire a interrompere le catene di trasmissione.

L’uso dell’app SwissCovid è volontario e gratuito. Più persone la installeranno e la utilizzeranno, più efficace sarà il suo contributo al contenimento del nuovo coronavirus, precisa ancora l’UFSP.

Dalla fine di maggio, specialisti informatici e diversi gruppi di persone hanno testato a fondo il funzionamento e la sicurezza dei dati della nuova applicazione durante una fase pilota. Il Centro nazionale per la cibersicurezza (NCSC) ha ricevuto i risultati dei test e ha disposto gli adeguamenti necessari dell’app.

Per poter lanciare l’app SwissCovid, è stato necessario adeguare la legge sulle epidemie. Il Consiglio federale ha sottoposto un disegno in tal senso al Parlamento, che nella sessione di giugno ha approvato le basi legali per l’applicazione adeguandolo soltanto leggermente. La modifica legislativa si basa sulla legge federale sulla protezione dei dati e disciplina l’organizzazione, il funzionamento, i dati trattati e l’uso dell’app. il Parlamento l’ha approvata nelle votazioni finali il 19 giugno 2020.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1