Approvato il terzo vaccino, per il quale Berna non ha però ordinato nessuna dose

Coronavirus

Swissmedic ha dato il suo via libera al farmaco di Johnson & Johnson, ciò non vuol dire che potrà essere utilizzato presto

 Approvato il terzo vaccino, per il quale Berna non ha però ordinato nessuna dose
(AP Photo/Damian Dovarganes, File)

Approvato il terzo vaccino, per il quale Berna non ha però ordinato nessuna dose

(AP Photo/Damian Dovarganes, File)

Swissmedic e la Confederazione non sembrano andare nella stessa direzione nel valutare i vaccini presenti sul mercato. Se da una parte l’autorità svizzera di omologazione e controllo dei farmaci ha dato oggi il suo via libera all’utilizzo del prodotto della casa farmaceutica americana Johnson & Johnson, dall’altra, quest’omologazione è al momento poco utile visto che l’Ufficio federale di Sanità pubblica non ha stipulato nessun contratto (come è stato fato per esempio con AstraZeneca) per preordinare le dosi di siero.

In un’intervista rilasciata la settimana scorsa al portale svizzerotedesco Blick, la vicedirettrice dell’Ufficio federale della sanità Nora Kronig ha infatti confermato che la Confederazione non ha in previsione di acquistare a breve il prodotto di Johnson & Johnson. Anche se fossero state ordinate le dosi, «la consegna delle fiale non avverrebbe prima del terzo trimestre dell’anno», ossia a partire dall’estate, ha spiegato Kronig specificando che la tempistica non va bene per le esigenze della Confederazione. Inoltre, «ci stiamo attualmente concentrando sui vaccini basati su RNA messaggero, che sono più efficaci, specialmente per le persone vulnerabili», ha sostenuto ancora la vicedirettrice.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1