Ascensione senza ingorghi al San Gottardo

viabilità

Molto gettonate invece altre aree a Nord della Alpi dove sono stati segnalati traffico e lunghi tempi di attesa

Ascensione senza ingorghi al San Gottardo
© CdT/Gabriele Putzu

Ascensione senza ingorghi al San Gottardo

© CdT/Gabriele Putzu

(Aggiornato alle 18.21) All’inizio del lungo finesettimana dell’Ascensione non si sono verificate le solite colonne al portale nord della galleria autostradale del San Gottardo. Molto traffico invece sulle strade di diverse zone turistiche a Nord delle Alpi.

Particolarmente gettonate le zone dell’Oberland bernese, della Svizzera centrale e del Lago Lemano. Ingorghi si segnalano su diversi tratti della A4 tra Goldau (SZ) e Sisikon (UR), nella regione del Lago dei Quattro Cantoni. Secondo il servizio di informazione sul traffico del TCS, i tempi di attesa hanno raggiunto i 45 minuti.

Nel canton Glarona la polizia ha chiuso la strada d’accesso al Klöntalersee perché a mezzogiorno tutti i parcheggi della zona escursionistica erano già occupati. Traffico eccessivo è stato segnalato anche tra Uri e Glarona. Anche nella regione del passo del Brünig si sono verificate colonne.

Anche l’Appenzello è stato invaso dagli escursionisti, con conseguenti ingorghi. Stessa sorte per la regione del Furka, dove alla stazione di carico dei treni navetta di Realp (UR) si sono segnalati tempi di attesa di circa due ore. Al Lötschberg invece, alla stazione di carico di Goppenstein (VS) gli automobilisti hanno in serata dovuto aspettare più di 30 minuti per poter salire sui treni diretti verso il canton Berna.

Pazienza è stata necessaria pure a numerosi valichi di frontiera: intasamenti sia in entrata che in uscita sono stati segnalati a Bardonnex (GE), Rheinfelden (AG), Chiasso-Brogeda (TI), Basilea-Weil (BS), Basilea-St. Louis (BS), Tägermoos (TG), Gondo (VS), Widnau (SG), Boncourt (JU) e a Thayngen (SH).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1