Attacco informatico, non solo a Montreux

VAUD

Anche i partner del servizio informatico, ossia i comuni di Villeneuve e Veytaux sono interessati – Tutti sono stati informati e i loro sistemi informatici sono stati isolati come misura precauzionale per evitare ulteriori danni

Attacco informatico, non solo a Montreux
© CdT/Chiara Zocchetti

Attacco informatico, non solo a Montreux

© CdT/Chiara Zocchetti

Le conseguenze dell’attacco informatico subito dall’amministrazione comunale di Montreux (VD) domenica stanno gradualmente diventando più chiare. Sono state messe in atto misure per mantenere il più possibile i servizi forniti alla popolazione. Anche i partner del servizio informatico di Montreux, ossia i comuni di Villeneuve e Veytaux sono interessati.

Grazie alle analisi approfondite degli esperti del cantone e della Confederazione, nonché di un partner esterno specializzato, è stato stabilito che gli hacker hanno agito una prima volta venerdì pomeriggio alle 16.00 e hanno perpetrato l’attacco ieri mattina all’una di notte. Fra questi due eventi non è stata constatata nessuna attività sospetta, ha indicato l’Associazione di sicurezza della Riviera (ASR, polizia, ambulanze, protezione civile, protezione antincendio).

Le indagini tecniche e giudiziarie continuano per definire se dati sensibili potrebbero essere sfruttati dagli autori dell’attacco. «In questa fase, non sappiamo quali dati siano stati violati. E non abbiamo avuto alcun contatto con i criminali informatici», ha detto a Keystone-ATS la portavoce di ASR Dounya Schürmann-Kabouya.

Il reparto informatico del comune di Montreux fornisce servizi ad altri partner, quali il comune di Villeneuve, l’ASR, e in misura minore a Veytaux e alle associazioni legate a questi comuni. Tutti sono stati informati e i loro sistemi informatici sono stati isolati come misura precauzionale per evitare ulteriori danni. L’accesso ai principali strumenti di office automation e alla posta elettronica delle amministrazioni interessate è bloccato. Per quanto possibile, i servizi vengono mantenuti aperti e accessibili al pubblico.

«I cittadini possono ottenere informazioni su internet o tramite i social network», ha detto la portavoce. Le informazioni vengono aggiornate in base all’evoluzione della situazione. Per quanto riguarda l’ASR, le sue missioni operative di emergenza sono garantite.

Un attacco informatico simile è capitato al comune di Rolle (VD) alla fine di maggio, ma è stato comunicato solo a fino agosto. I dati erano stati criptati, rubati e pubblicati sul dark web.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    Avanti così e i tropici si sposteranno a Lugano

    COP26

    L’Organizzazione meteorologica mondiale lancia l’ennesimo allarme: nel 2020 le emissioni di gas serra hanno raggiunto un picco – Gli obiettivi dell’Accordo di Parigi non verranno raggiunti, la temperatura media globale potrebbe alzarsi addirittura di 2,7 gradi – Ne parliamo con Luca Panziera di MeteoSvizzera

  • 2
  • 3

    La fragola è ticinese? Lo scienziato risponde

    La ricerca

    Ecco come funziona la nuova tecnica dei botanici di Basilea: «Combattiamo le truffe sull’origine degli alimenti, le false indicazioni provocano danni per 40 miliardi all’anno. Il nostro metodo è in assoluto il più rapido ed economico per smascherare le indicazioni fraudolente»

  • 4
  • 5

    Ricatto a Berset, per la Gestione ci sono ancora punti da chiarire

    Giustizia

    Gli approfondimenti riguardano la proporzionalità dell’intervento dell’unità speciale «Tigris» della Polizia federale, l’eventuale uso abusivo della limousine del Consiglio federale e del personale federale a fini privati, e l’uso di una carta di credito

  • 1
  • 1