Berset inaugura il congresso dell’Organizzazione meteorologica mondiale

clima

Di fronte al crescente numero di situazioni meteorologiche estreme, che hanno causato 400.000 morti negli ultimi anni, è essenziale disporre di previsioni «affidabili», ha affermato il consigliere federale

Berset inaugura il congresso dell’Organizzazione meteorologica mondiale
© Keystone/Salvatore Di Nolfi

Berset inaugura il congresso dell’Organizzazione meteorologica mondiale

© Keystone/Salvatore Di Nolfi

L’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) ha un ruolo centrale nella lotta alla conseguenze dei cambiamenti climatici e agli eventi estremi. Lo ha detto il consigliere federale Alain Berset aprendo oggi a Ginevra la sessione straordinaria del congresso dell’OMM.

Di fronte al crescente numero di situazioni meteorologiche estreme, che hanno causato 400.000 morti negli ultimi anni, è essenziale disporre di previsioni «affidabili». Queste vengono utilizzate anche dalle organizzazioni umanitarie, in particolare dalla Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa e dai suoi membri, per anticipare i possibili effetti dei disastri.

«Grazie allo sviluppo continuo di informazioni meteorologiche, idrologiche e climatologiche e a una migliore gestione dei rischi, oggi la società quindi è più preparata nell’affrontare gli effetti di eventi estremi come quelli di questa estate», ha sottolineato il capo del Dipartimento dell’interno che, vista la concomitanza con la Gionata internazionale della ragazze, era accompagnato da Loukina Tille, attivista dello Sciopero per il clima.

In Svizzera si sta puntando sulla collaborazione fra tutti gli attori interessati. Durante il maltempo della scorsa estate, sono stati inviati in totale 28 milioni di allarmi per forti precipitazioni e 95 milioni per inondazioni a 2,5 milioni di telefoni cellulari, ha detto Berset. Un volume così elevato di comunicazioni potrebbe sollevare dubbi sulla capacità delle infrastrutture in futuro, visto il continuo aumento delle situazioni estreme.

«Dobbiamo essere in grado di anticipare. Non ho avuto alcun segnale» di un possibile problema, ha detto il consigliere federale alla stampa. «Stiamo ancora rafforzando l’infrastruttura per garantire che questi allarmi siano trasmessi in modo sicuro», ha aggiunto il direttore di MeteoSuisse, Peter Binder.

«Ma lo scambio di dati è centrale anche a livello globale», ha sottolineato il consigliere federale. La collaborazione internazionale in questi settori è essenziale, ha aggiunto. Il progetto pilota Weather4UN, sostenuto dal Consiglio federale, contribuirà a migliorare il coordinamento della produzione e della trasmissione di informazioni meteorologiche all’interno del sistema delle Nazioni Unite e per le organizzazioni umanitarie in tutto il mondo.

Durante la pandemia è emerso che la riduzione dei viaggi aerei, oltre a far calare le emissioni di gas serra, può alterare l’approvvigionamento di dati meteorologici. «Questa però è solo una componente» delle previsioni, ha relativizzato il direttore di MeteoSuisse, aggiungendo che si potrà rapidamente ovviare a questo problema.

Il consigliere federale ha sottolineato che la scienza ha guadagnato credibilità durante la pandemia, nonostante l’opposizione di un’esigua minoranza. «L’evidenza scientifica è a volte soggetta a pressioni politiche, ma alla fine riesce ad imporsi», ha commentato il capo del DFI.

Il congresso straordinario, in programma da oggi al 22 ottobre, si tiene per la prima volta online. Fra i temi in discussione figurano il sostegno dell’OMM all’Agenda globale per l’acqua, lo scambio di dati nel sistema terrestre e i progressi della riforma dell’OMM.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    Ricatto a Berset, per la Gestione ci sono ancora punti da chiarire

    Giustizia

    Gli approfondimenti riguardano la proporzionalità dell’intervento dell’unità speciale «Tigris» della Polizia federale, l’eventuale uso abusivo della limousine del Consiglio federale e del personale federale a fini privati, e l’uso di una carta di credito

  • 2

    «Il Tribunale federale non è un casinò»

    Svizzera

    L’elezione dei giudici mediante sorteggio, come chiede un’iniziativa popolare in votazione il 28 novembre, è inconcepibile e inadatta: lo afferma un comitato partitico composto da PLR, Verdi, UDC, PS, Verdi-Liberali e Centro

  • 3
  • 4
  • 5

    I problemi di forniture toccano 4 aziende su 5

    crisi dell’offerta

    Le difficoltà riguardano praticamente tutto il settore industriale, compreso il ramo della costruzione, ma anche il commercio all’ingresso e al dettaglio – Il problema delle strozzature nell’approvvigionamento non si è ampliato solo geograficamente, ma anche in termini di categorie di prodotti interessati

  • 1
  • 1