Boschi in ostaggio dei coleotteri

giura

A inizio giugno il cantone ha lanciato l’allarme: gli esperti temono la sparizione di intere foreste, con conseguenze drammatiche per l’ambiente e paesaggi

Boschi in ostaggio dei coleotteri
© Shutterstock

Boschi in ostaggio dei coleotteri

© Shutterstock

Le foreste di conifere del Giura, già provate dalla siccità degli ultimi anni, sono sempre più colpite dal bostrico tipografo. Autorità ed esperti sono preoccupati dall’aumento di questo famelico animale.

Questi coleotteri si moltiplicano senza freni, anche perché la primavera calda e secca si è dimostrata un clima ideale. A inizio giugno il Canton Giura ha lanciato l’allarme: i suoi esperti temono la sparizione di interi boschi, con conseguenze drammatiche per l’ambiente e paesaggi.

Le morti di alberi causate dal bostrico potrebbero superare la cifra record registrata nel 2003. Quell’anno a causa della tempesta Lothar e di un’estate rovente erano stati abbattuti 50’000 metri cubi di legno.

La situazione è particolarmente grave in Romandia e nel nord della Svizzera, ha spiegato Valentin Queloz dell’Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL). Negli ultimi anni si sono registrati sempre più alberi morti a causa dei coleotteri.

Questi animali possono uccidere un albero nel giro di due o tre settimane. Per questo le autorità del Canton Giura hanno intenzione di intervenire con ogni mezzo possibile.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1