Caso Cheda-Gianoni: Losanna conferma la condanna di Cheda

La sentenza

Attraverso suoi scritti, il giornalista aveva diffamato i due legali bellinzonesi per questioni relative alla gestione di taluni dossier e progetti

 Caso Cheda-Gianoni: Losanna conferma la condanna di Cheda

Caso Cheda-Gianoni: Losanna conferma la condanna di Cheda

Dopo la Pretura penale e la Corte d’appello e di revisione penale, anche il Tribunale federale di Losanna ha respinto il ricorso del giornalista Matteo Cheda, condannato per ripetuta diffamazione nei confronti degli avvocati bellinzonesi Franco Gianoni e Filippo Gianoni (ex municipale). Lo ha anticipato il sito online de «laRegione». Attraverso alcuni suoi scritti Cheda aveva attaccato i due legali criticando la gestione di dossier e progetti. Cheda aveva argomentato il suo ricorso invocando la libertà di espressione. I giudici di Losanna hanno invece rilevato, sulla base degli atti, che la libertà d’espressione non è assoluta.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1