Cassis in Israele, nei territori occupati e negli Emirati Arabi Uniti

viaggio diplomatico

Il consigliere federale sarà in visita da sabato a martedì - Al centro dei colloqui ci sarà la promozione del dialogo nella regione, la cooperazione nei settori dell’innovazione, della digitalizzazione e della sostenibilità

Cassis in Israele, nei territori occupati e negli Emirati Arabi Uniti
©KEYSTONE/Anthony Anex

Cassis in Israele, nei territori occupati e negli Emirati Arabi Uniti

©KEYSTONE/Anthony Anex

Il consigliere federale Ignazio Cassis da sabato a martedì compie una visita in Israele, nei Territori palestinesi occupati e negli Emirati Arabi Uniti (EAU). Al centro dei colloqui con le rispettive autorità locali ci sarà la promozione del dialogo nella regione, ma anche la cooperazione nei settori dell’innovazione, della digitalizzazione e della sostenibilità.

Il viaggio si iscrive nella prima strategia per il Medio Oriente e il Nord Africa (Strategia MENA 2021-2024) adottata dal Consiglio federale lo scorso ottobre, indica un comunicato diramato oggi dal Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Con MENA viene migliorato il coordinamento tra i vari strumenti di cui dispone la Confederazione, diplomatici, politici, economici e della politica di sviluppo, spiega la nota.

Domenica il capo del DFAE incontrerà a Gerusalemme il ministro degli esteri israeliano Gabi Ashkenazi e lo stesso giorno si recherà anche a Ramallah, dove incontrerà il primo ministro palestinese Mohammad Shtayyeh e il ministro degli esteri Riyad al-Maliki. In serata inaugurerà il neocostituito Consiglio per gli affari svizzero-palestinese.

Il giorno successivo Cassis si sposterà negli EAU, dove ad Abu Dhabi avrà colloqui con lo sceicco Abdullah bin Zayed al Nahyan, ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale.

La Svizzera si impegna da tempo a favore del dialogo e della cooperazione tra gli Stati del Medio Oriente, sottolinea la nota. Questi aspetti continuano a essere una delle priorità della Strategia MENA, che include esplicitamente il sostegno nella ricerca di una soluzione politica per il conflitto mediorientale.

I recenti accordi tra Israele da un lato e gli EAU e il Bahrein dall’altro hanno modificato le dinamiche regionali. Durante la sua visita, il consigliere federale Cassis discuterà con i vari interlocutori su come la Svizzera può contribuire a sviluppare «soluzioni costruttive per garantire una pace duratura e la sicurezza nella regione».

Innovazione e sostenibilità

Un’ulteriore priorità della strategia MENA è la cooperazione nei settori dell’innovazione, della digitalizzazione e dello sviluppo sostenibile, in cui Israele e gli EAU sono pionieri. In Israele Cassis incontrerà i rappresentanti di startup israeliane attive nelle nuove tecnologie, nella salute e nell’ambiente; nei Territori palestinesi occupati parlerà delle prospettive per i giovani nel campo dell’imprenditorialità e dell’innovazione. Ad Abu Dhabi incontrerà infine il direttore generale dell’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA), alla quale la Svizzera ha aderito nel 2011.

Israele e gli EAU sono tra i più importanti partner commerciali della Svizzera in Medio Oriente.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1