«Cassis partiva con un handicap, il risultato per lui è lusinghiero»

Il commento

Il video a caldo da Berna di Giovanni Galli sul risultato ottenuto questa mattina nella rielezione del Consiglio federale - VIDEO

«Cassis partiva con un handicap, il risultato per lui è lusinghiero»
© KEYSTONE/ Anthony Anex

«Cassis partiva con un handicap, il risultato per lui è lusinghiero»

© KEYSTONE/ Anthony Anex

Riconfermato il seggio di Ignazio Cassis e con esso anche la «formula magica». Il responsabile della politica federale del Corriere del Ticino Giovanni Galli ripercorre in questo commento i punti focali dello spoglio di questa mattina. «La votazione personale di Regula Rytz è stata inferiore alle aspettative: con 82 voti, la candidata degli ecologisti non è riuscita nemmeno a fare il pieno delle preferenze a sinistra. Per Ignazio Cassis il risultato è lusinghiero considerato che rispetto ai suoi colleghi partiva con un handicap di 80 voti ed era l’unico consigliere federale uscente ad essere sotto attacco». «Non c’è stato nemmeno l’ipotizzato voto punitivo nei suoi confronti. Anzi, i partiti borghesi hanno fatto quadrato per il mantenimento della concordanza, della stabilità e anche per il rispetto del mandato costituzionale che prevede un’equa rappresentanza delle diverse regioni linguistiche del Paese».

Giovanni Galli analizza poi anche gli errori commessi dal Partito ecologista che si è trovato la «strada sbarrata» e cita in particolar modo una certa esitazione avuta in principio, il mancato coinvolgimento dei Verdi liberali, l’ambiguità iniziale della candidatura di Regula Rytz e l’aver invocato argomenti che in passato sono stati invece negati all’UDC dagli stessi ecologisti. Ora rimane aperto, ribadisce infine il responsabile della politica federale del CdT, il discorso della formula magica, anche perché, la questione climatica è destinata a ripresentarsi anche in futuro.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1