Cattaneo: «Non c’era nesso fra l’obiettivo e un divieto di finanziamento»

votazioni federali

Il deputato liberale è soddisfatto del risultato odierno - La socialista Laura Riget è delusa, ma resta ottimista in vista della futura votazione sulla proibizione di esportazione d’armi in Paesi teatro di guerra o che violano gravemente i diritti umani

Cattaneo: «Non c’era nesso fra l’obiettivo e un divieto di finanziamento»
© CdT/Chiara Zocchetti

Cattaneo: «Non c’era nesso fra l’obiettivo e un divieto di finanziamento»

© CdT/Chiara Zocchetti

«Penso che noi del fronte del no siamo riusciti a far capire che non c’era un nesso tra l’obiettivo (nobile) dell’iniziativa, che è la pace nel mondo, e il divieto di finanziamento dei produttori di materiale bellico. Mi rallegro soprattutto per la nostra piazza finanziaria, per le PMI del settore della tecnologia e della sicurezza. E poi per il fatto che anche la sicurezza nazionale non è messa a rischio, visto che l’esercito con un sì alle urne avrebbe perso delle importanti possibilità di approvvigionamento». Questa la reazione al risultato sulla votazione sull’iniziativa «Per il divieto di finanziare i produttori di materiale bellico» di Rocco Cattaneo.

Il risultato fa sperare il consigliere nazionale liberale anche per quanto riguarda l’iniziativa «correttiva», che vuole vietare l’esportazione...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1