Chi non si mette in quarantena rischia fino a 10 mila franchi di multa

coronavirus

Dal 6 luglio chi entra in Svizzera in provenienza da 29 destinazioni deve restare a casa per dieci giorni - Fra queste c’è (ed era prevedibile) anche la Serbia - «La decisione fermerà molti miei connazionali», dice il rappresentante della comunità del Paese balcanico in Ticino - LA CARTINA

Chi non si mette in quarantena rischia fino a 10 mila franchi di multa
© Shutterstock

Chi non si mette in quarantena rischia fino a 10 mila franchi di multa

© Shutterstock

Dal 6 luglio chi entra in Svizzera in provenienza da 29 Stati e regioni deve mettersi in quarantena per dieci giorni. Fra queste figurano: Argentina, Brasile, Israele, Russia, USA, Sudafrica e Svezia. Ma anche nazioni balcaniche come Kosovo, Macedonia del Nord e Serbia (QUI trovi la lista completa). Per chi violerà la nuova regola sono previste sanzioni.

Le persone che entrano in Svizzera e che in un momento qualsiasi nei 14 giorni precedenti hanno soggiornato in uno Stato o una regione con rischio elevato di contagio da coronavirus sono obbligate a recarsi al proprio domicilio (o un altro alloggio adeguato) immediatamente dopo l’entrata. La lista delle zone a rischio, preannunciata dal Consiglio federale mercoledì, è stata pubblicata giovedì in serata, assieme alla relativa ordinanza, fornendo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1