Cibersicurezza ticinese sugli F-35 americani

Jet

Fra le aziende coinvolte negli affari di compensazione per l’acquisto degli aerei figura la Nozomi Networks, specializzata nella difesa dei dati — Con sede europea a Mendrisio, prevede di costruire un centro d’eccellenza per garantire la sovranità sulle informazioni trasmesse

Cibersicurezza ticinese sugli F-35 americani
La scelta dell’F-35A delConsiglio federale avrà delle ricadute in termini di compensazioni anche a Mendrisio. © Keystone/Peter Klaunzer

Cibersicurezza ticinese sugli F-35 americani

La scelta dell’F-35A delConsiglio federale avrà delle ricadute in termini di compensazioni anche a Mendrisio. © Keystone/Peter Klaunzer

Ogni volta che la Confederazione acquista armamenti all’estero, i fornitori stranieri sono tenuti a far partecipare l’Industria svizzera nell’operazione. Sono i cosiddetti affari di compensazione o “offset”. Anche la decisione di acquistare gli F-35A dell’americana Lockheed Martin porterà degli affari di compensazione alla Svizzera. E fra i beneficiari c’è anche un’azienda con sede in Ticino. Si tratta della Nozomi Networks, specializzata nella sicurezza informatica.

Un obiettivo degli affari offset è quello di creare le capacità e il know-how per garantire la manutenzione autonoma del materiale acquistato. Nel caso dei modernissimi F-35A, in ballo vi è anche la sovranità sullo scambio di dati fra i caccia e con l’estero. Fra i timori degli «avversari» degli aerei americani infatti c’è quello...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1