«Con i ristoranti chiusi la Pasqua è compromessa»

Pandemia

Con Angelo Trotta, direttore di Ticino Turismo, cerchiamo di capire la situazione nel nostro cantone alla luce delle decisioni di Berna: «Un passaporto vaccinale? Potrebbe essere efficace»

 «Con i ristoranti chiusi la Pasqua è compromessa»
© CdT/Gabriele Putzu

«Con i ristoranti chiusi la Pasqua è compromessa»

© CdT/Gabriele Putzu

Berna tira dritto. Il Consiglio federale quest’oggi ha sostanzialmente seguito la sua tabella di marcia, fatta di prudenza e valutazioni intermedie, confermando la riapertura, il primo marzo, di negozi, musei, sale di lettura delle biblioteche, impianti sportivi e aree all’aperto per il tempo libero. I ristoranti dovranno ancora aspettare. Ma gli allentamenti odierni decisi da Berna quanto possono pesare sul settore turistico? Ne abbiamo parlato con il direttore di Ticino Turismo Angelo Trotta.

Direttor Trotta, Ticino Turismo come accoglie la presa di posizione odierna del Consiglio federale?

«Avevamo il sentore che il Governo non fosse disposto a tornare sulla sua decisione, e così è stato. Non possiamo far altro che esprimere la preoccupazione di tutti gli addetti ai lavori del settore turistico....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1