Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis

minuto per minuto

LA DIRETTA - Camere riunite per scegliere il Governo dei prossimi quattro anni - Mandato rinnovato anche per Maurer, Sommaruga, Berset, Parmelin, Amherd e Keller-Sutter - Regula Rytz si ferma a 82 voti

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis
©KEYSTONE/Peter Klaunzer

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis

©KEYSTONE/Peter Klaunzer

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis
©KEYSTONE/ Anthony Anex

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis

©KEYSTONE/ Anthony Anex

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis
©KEYSTONE/Peter Klaunzer

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis

©KEYSTONE/Peter Klaunzer

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis
Tiana Angelina Moser. (KEYSTONE/ Anthony Anex)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis

Tiana Angelina Moser. (KEYSTONE/ Anthony Anex)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis
Balthasar Glaettli. (KEYSTONE/Peter Klaunzer)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis

Balthasar Glaettli. (KEYSTONE/Peter Klaunzer)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis
Thomas Aeschi. (KEYSTONE/Peter Klaunzer)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis

Thomas Aeschi. (KEYSTONE/Peter Klaunzer)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis
Regula Rytz. (KEYSTONE/Marcel Bieri)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis

Regula Rytz. (KEYSTONE/Marcel Bieri)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis
(KEYSTONE/Anthony Anex)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis

(KEYSTONE/Anthony Anex)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis
Regula Rytz. (KEYSTONE/ Anthony Anex)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis

Regula Rytz. (KEYSTONE/ Anthony Anex)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis
(KEYSTONE/Anthony Anex)

Consiglio federale, rieletto Ignazio Cassis

(KEYSTONE/Anthony Anex)

La giornata, a Camere riunite, è iniziata alle 8 con la rielezione dei consiglieri federali uscenti. Come da pronostico, i sette consiglieri federali uscenti sono stati oggi rieletti in Governo per i prossimi quattro anni. L’Assemblea federale ha infatti riconfermato tutti i ministri in carica al primo turno. Il programma prevede poi l’elezione del cancelliere della Confederazione, il giuramento dei consiglieri federali e del cancelliere, l’elezione del presidente della Confederazione per il 2020 (secondo il turno, la carica spetta a Simonetta Sommaruga), e del vicepresidente del Consiglio federale (carica che incombe a Guy Parmelin).

La diretta

ore 11.03: Anche il cancelliere della Confederazione uscente Walter Thurnherr, unico candidato in lizza, è stato riconfermato con 219 voti.

ore 10.47: Anche Karin Keller-Sutter (PLR/SG) viene riconfermata in Governo con 169 voti su 244 (37 schede bianche, una nulla). Esito modesto, che non corrisponde alle aspettative, anche alla luce del poco tempo trascorso in Governo. Nel 2018, quando ha preso il posto di Johann Schneider-Ammann, Keller-Sutter aveva ricevuto 154 voti.

ore: 10:30: Viola Amherd (PPD/VS) è stata rieletta in Consiglio federale con 218 voti su 243 (11 schede bianche). Un risultato importante per Amherd che è entrata in Consiglio federale nel 2018 in sostituzione di Doris Leuthard. In quell’occasione aveva ricevuto 144 voti.

ore 10.12: L’emergenza climatica non entra in Governo e Ignazio Cassis viene riconfermato con 145 voti. Dal canto suo Regula Rytz ha raccolto 82 voti (lei sperava almeno 80, ma ne servivano 120 per fare breccia e accedere al Governo). Sei le schede bianche.

IL VIDEO

Loading the player...

ore 9.52: È il momento di Guy Parmelin (UDC/VD) che è stato riconfermato in Governo per il prossimo quadriennio con 191 voti su 244 (39 schede bianche, una nulla). Parmelin nel 2015 era entrato in Consiglio federale con 138 voti

ore 9.34: Confermato in Consiglio federale anche Alain Berset (PS/FR), con 214 voti su 244 (14 schede bianche). Nel 2018 aveva raccolto 210 preferenze e nel 2011, quando è subentrato a Micheline Calmy-Rey, aveva ottenuto 126 voti.

ore 9.17: Simonetta Sommaruga (PS/BE) è stata rieletta con 192 voti su 244 (25 schede bianche e una nulla). Nel 2015 aveva raccolto 182 voti, nel 2011 ne aveva ottenuti 179 e in occasione della sua prima elezione, nel 2007, 159.

ore 9.12: Il ticinese neoeletto in Consiglio nazionale Bruno Storni (PS), ai microfoni della tv pubblica, ha espresso i suoi dubbi sul sorpasso dei Verdi su Cassis: «Non hanno la forza politica per prendersi il seggio».

ore 8.56: Ueli Maurer (UDC/ZH) è stato rieletto con 213 voti, su 244 schede (23 schede bianche. Nel 2011 il consigliere federale aveva raccolto 159 preferenze, nel 2015 erano 173.

ore 08.34: Beat Walti ha detto che «il PLR non si oppone a una messa in discussione degli equilibri, ma non siamo disposti a una composizione proporzionale. Non siamo disposti a destituire un consigliere federale che si mette a disposizione per un nuovo mandato. È un segnale di stabilità che invitiamo a sostenere». Il PLR ha quindi caldeggiato il mantenimento della formula magica.

ore 08.28: Balthasar Glättli, per i Verdi ha spiegato che «il movimento ecologista non è un capriccio della storia. I Verdi sono il partito più grande della storia non rappresentato in Governo. Ci presentiamo con Regula Rytz. Oggi chi sostiene la formula magica confonde la stabilità con il mantenimento del potere».

ore 8.24: Roger Nordmann (Gruppo socialista) ha ribadito il sostegno alla candidatura di Regula Rytz.

ore 8.20: La capogruppo dei Verdi liberali Tiana Angelina Moser ha detto che «un terzo consigliere federale di sinistra sarebbe eccessivo». Per lei «le elezioni del 2019 hanno modificato i rapporti di forza e la struttura del nostro Parlamento: la formula magica non è più la formula del futuro». «È legittimo che si metta in discussione il secondo seggio - ha detto - tuttavia anche la forza dei partiti e gli equilibri del potere vanno tenuti presenti. I Verdi hanno presentato una candidatura, ma noi non siamo giunti ad una posizione unica», lasciata infatti la libertà di voto ai singoli deputati.

ore 8.16: Thomas Aeschi (UDC) nel suo intervento ha ricordato che il Ticino è quotidianamente attraversato da 68 mila pendolari e ha ribadito l’importanza di una voce ticinese in Consiglio federale.

ore 08.12: Leo Müller (Gruppo del Centro) prende la parola per primo e porta il suo sostegno alla concordanza e a Ignazio Cassis.

ore 8.00: La presidente dell’Assemblea federale Isabelle Moret (PLR) suona la campanella che dà il via alla mattinata elettorale. Moret si è rivolta alle Camere riunite: «Ho il piacere di salutarvi per questa seduta e constato che è presente la maggioranza assoluta dei membri dell’Assemblea federale», ha detto la liberale-radicale vodese. Successivamente Moret ha spiegato che l’elezione avviene per ordine di anzianità, quindi dapprima Ueli Maurer (UDC/ZH) e poi Simonetta Sommaruga (PS/BE), Alain Berset (PS/FR), Guy Parmelin (UDC/VD), Ignazio Cassis (PLR/TI), Karin Keller-Sutter (PLR/SG) e Viola Amherd (PPD/VS). In seguito la presidente ha dato la parola ai capigruppo che esprimeranno le loro indicazioni di voto.

ore 7.44: Davanti a Palazzo federale, dove questa mattina si deciderà o meno l’elezione di un’esponente ecologista, si sono riuniti alcuni attivisti per il clima, probabilmente appartenenti al movimento Extinction Rebellion. Gli attivisti espongono cartelli con scritte come «Politici è ora di svegliarsi» e «Stop all’estinzione di massa». Sono circa una quarantina.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1
  • 1