Coronavirus, dimezzati gli ospiti cinesi

turismo

Nel primo trimestre dell’anno «ci aspettiamo un calo del 50% del loro numero», ha indicato il direttore di Svizzera Turismo, Martin Nydegger - Lo scorso anno le cinque destinazioni più visitate dai turisti cinesi sono state Zurigo, Lucerna, Interlaken, Grindelwald e Zermatt

Coronavirus, dimezzati gli ospiti cinesi
© CdT/Archivio

Coronavirus, dimezzati gli ospiti cinesi

© CdT/Archivio

Con la diffusione del nuovo coronavirus (Covid-19) saranno molti di meno i turisti cinesi in visita in Svizzera. Nel primo trimestre dell’anno ci aspettiamo un calo del 50% del loro numero, ha indicato oggi il direttore di Svizzera Turismo, Martin Nydegger.

In un primo tempo l’organizzazione aveva relativizzato le conseguenze dell’epidemia sul turismo cinese, nella misura in cui il 70% dei visitatori provenienti da questo Paese arriva in estate. A fine gennaio si aspettava un calo del 30-50%, ma l’estendersi dell’epidemia ha peggiorato le previsioni.

Difficile poi quantificare gli effetti sul turismo in Svizzera della diffusione del virus anche nella vicina Italia, ha aggiunto Nydegger. Molti viaggi organizzati in Europa fanno infatti tappa nella Penisola e rischiano di essere annullati. La Svizzera ne avvertirà sicuramente le conseguenze, ha messo in guardia.

Alcune regioni turistiche dovrebbero risentirne maggiormente. Secondo la distribuzione regionale dei pernottamenti negli alberghi degli ospiti provenienti dalla Cina nel 2019, l’Oberland bernese (26,7%), la Svizzera centrale (23,8%) e la regione di Zurigo (17,9%) saranno i più colpiti. Lo scorso anno le cinque destinazioni più visitate dai turisti cinesi sono state Zurigo, Lucerna, Interlaken (BE), Grindelwald (BE) e Zermatt (VS).

Il calo avrà un impatto considerevole anche sull’economia turistica in senso lato, poiché i cinesi sono fra gli ospiti che spendono di più, in media 380 franchi al giorno, durante la permanenza in Svizzera. Complessivamente nel 2019 il fatturato a loro riconducibile ha superato i 701,4 milioni di franchi.

La Cina è il terzo mercato estero in termini di pernottamenti in Svizzera, dopo la Germania e gli USA e prima del Regno Unito. In cinque anni i pernottamenti di turisti cinesi sono aumentati del 48,8%, a 1,8 milioni nel 2019.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    Lavoro ridotto alla SSR

    coronavirus

    L’annullamento delle grandi manifestazioni sportive e culturali e il netto calo degli introiti pubblicitari hanno costretto il Comitato direttivo a introdurre la misura per alcuni settori dell’azienda

  • 2

    Gli universitari chiedono un fondo di emergenza

    coronavirus

    L’organizzazione studentesca chiede un sostegno finanziario dalla Confederazione, dai Cantoni e dalle università che permetta di aiutare in modo non burocratico gli studenti in difficoltà a causa della pandemia

  • 3

    Coronavirus: Helvetas aiuta i Paesi poveri

    Pandemia

    L’organizzazione svizzera per lo sviluppo ha messo in atto diverse iniziative per sostenere le persone e limitare il contagio in Africa, Asia meridionale e America Latina

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1