Coronavirus: un minuto di silenzio per le vittime

Pandemia

Venerdì 5 marzo, a un anno dalla prima vittima di coronavirus in Svizzera, il presidente della Confederazione Guy Parmelin invita a osservare un minuto di silenzio alle 11:59

Coronavirus: un minuto di silenzio per le vittime
Guy Parmelin. ©KEYSTONE/Alessandro della Valle

Coronavirus: un minuto di silenzio per le vittime

Guy Parmelin. ©KEYSTONE/Alessandro della Valle

Venerdì 5 marzo, a un anno dalla prima vittima di coronavirus in Svizzera, il presidente della Confederazione Guy Parmelin invita a osservare un minuto di silenzio alle 11:59. Alle 12:00 le tre Chiese nazionali suoneranno poi le campane per una commemorazione congiunta.

Il gesto vuole essere l’occasione per fermarsi e rivolgere un pensiero agli oltre 9000 morti provocati dal virus, si legge in un comunicato odierno del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR). Ma non solo: si tratta anche di esprimere riconoscenza e gratitudine a tutti coloro che hanno lottato in prima persona contro la pandemia.

Non è semplicemente un segno di lutto, viene sottolineato nella nota, ma vuole «essere l’occasione per trarre forza dalla solidarietà e dall’amicizia», fattori essenziali per superare la crisi pandemica.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Svizzera
  • 1

    Nei magazzini della Confederazione 740.000 test PCR scaduti

    coronavirus

    Un anno fa erano stati comprati al costo complessivo di circa 13,7 milioni di franchi - L’esercito, responsabile dell’acquisto per conto dell’UFSP, ha fatto sapere tramite il portavoce Stefan Hofer che un’analisi è in corso per stabilire se i singoli componenti possano ancora essere utilizzati

  • 2

    Randa, quasi trent’anni dalla grande frana

    vallese

    Il 18 aprile 1991 un’intera fetta della montagna si staccò scivolando a valle, senza causare vittime tra la popolazione: a morire furono trentacinque pecore e sette cavalli - «Una densa nuvola di polvere coprì tutto il villaggio, case, giardini e automobili: i bambini dovettero indossare mascherine per andare a scuola», ricorda il sindaco

  • 3

    Pressioni di Chiesa sul PLR per le riaperture

    coronavirus

    In un video diffuso questa mattina su Twitter, il presidente dell’UDC afferma che se i Liberali radicali dovessero continuare a perdere quote di elettori a causa dei «continui patti con la sinistra», il loro secondo seggio in Consiglio federale sarebbe a rischio

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1