logo

Hanno commesso furti in quaranta chiese: arrestati

Due ventenni di nazionalità ceca hanno "ripulito" le cassette delle offerte dei fedeli sottraendo centinaia di franchi

 
 
14
giugno
2018
11:00
Red. Online

COIRA - Due cittadini di 20 e 23 anni originari della Repubblica Ceca e giunti in Svizzera per cercare lavoro, sono stati arrestati martedì dalla Polizia retica a Tavanasa, con l'accusa di aver messo in atto una serie di furti in una quarantina di chiese della regione e di altri Cantoni. Entrambi hanno già ammesso i fatti.  Fermati durante un regolare controllo stradale, gli agenti hanno rinvenuto sul loro veicolo attrezzi per lo scasso e un bottino di centinaia di franchi che la coppia criminale aveva sottratto da numerose cassette delle offerte dei fedeli. Sono stati denunciati alla Magistratura grigionese.

 

L'area in cui è avvenuto l'arresto.

Prossimi Articoli

Spari in Turgovia, polizia interviene in forze

Una donna che si trovava in strada ad Amlikon, poco dopo le 18, ha esploso vari colpi di arma da fuoco e poi si è barricata in una casa

La mostra di cadaveri vietata a Losanna, in corso ora a Milano

Se per la città sul Lemano mancavano informazioni sull'origine dei corpi in esposizione, nel capoluogo lombardo l'evento si avvicina al record di presenze

Gli svizzeri sono i più ricchi al mondo

Nel periodo 2017-2018 il patrimonio medio per adulto si attesta a 530.240 dollari (526.700 franchi)

Edizione del 20 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top