logo

Hanno commesso furti in quaranta chiese: arrestati

Due ventenni di nazionalità ceca hanno "ripulito" le cassette delle offerte dei fedeli sottraendo centinaia di franchi

 
 
14
giugno
2018
11:00
Red. Online

COIRA - Due cittadini di 20 e 23 anni originari della Repubblica Ceca e giunti in Svizzera per cercare lavoro, sono stati arrestati martedì dalla Polizia retica a Tavanasa, con l'accusa di aver messo in atto una serie di furti in una quarantina di chiese della regione e di altri Cantoni. Entrambi hanno già ammesso i fatti.  Fermati durante un regolare controllo stradale, gli agenti hanno rinvenuto sul loro veicolo attrezzi per lo scasso e un bottino di centinaia di franchi che la coppia criminale aveva sottratto da numerose cassette delle offerte dei fedeli. Sono stati denunciati alla Magistratura grigionese.

 

L'area in cui è avvenuto l'arresto.

Prossimi Articoli

Ritirato il ricorso contro il rilascio di un assassino

Berna: l'uomo che uccise una tassista potrà uscire dopo 20 anni di prigione - La perizia sottolinea che l'importante è che continui a seguire le cure

Boom di pernottamenti nei campeggi svizzeri

Tenda e camper sono stati i più gettonati del 2017 e registrano un aumento del 13,9% - Il Ticino è secondo solo alla regione del Lemano

La Procura federale vuole arrestare 2 diplomatici turchi

Spiccato un mandato d'arresto contro due membri d'alto rango del personale dell'ambasciata: sono sospettati di aver cercato di sequestrare e far portare in Turchia un uomo d'affari

Edizione del 19 giugno 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top