logo

Hanno commesso furti in quaranta chiese: arrestati

Due ventenni di nazionalità ceca hanno "ripulito" le cassette delle offerte dei fedeli sottraendo centinaia di franchi

 
 
14
giugno
2018
11:00
Red. Online

COIRA - Due cittadini di 20 e 23 anni originari della Repubblica Ceca e giunti in Svizzera per cercare lavoro, sono stati arrestati martedì dalla Polizia retica a Tavanasa, con l'accusa di aver messo in atto una serie di furti in una quarantina di chiese della regione e di altri Cantoni. Entrambi hanno già ammesso i fatti.  Fermati durante un regolare controllo stradale, gli agenti hanno rinvenuto sul loro veicolo attrezzi per lo scasso e un bottino di centinaia di franchi che la coppia criminale aveva sottratto da numerose cassette delle offerte dei fedeli. Sono stati denunciati alla Magistratura grigionese.

 

L'area in cui è avvenuto l'arresto.

Prossimi Articoli

Non stringi la mano al sesso opposto? Niente cittadinanza

Il Municipio di Losanna non ha autorizzato il rilascio del passaporto svizzero a una coppia che "rifiuta di rispettare l'ugualiganza uomo-donna"

Swiss Re tra gli assicuratori di Autostrade per l'Italia

Lo ha indicato una portavoce del gruppo zurighese senza fornire dettagli sulla copertura dei costi

Anche in Svizzera molti ponti da risanare

Secondo quanto scrive oggi il Sonntagsblick, circa 40 manufatti presentano elementi che sono in uno "stato critico"

Edizione del 19 agosto 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top