logo

Deciso il salario minimo per i dipendenti del mercato postale

Oltre alla paga minima oraria, sarà introdotto un massimo di 44 ore settimanali di lavoro

Demaldi
 
11
ottobre
2018
14:13
ats

BERNA - Dal prossimo primo gennaio i dipendenti di un'azienda attiva nel mercato postale disporranno di un salario minimo di 18,27 franchi all'ora. La misura, annunciata oggi assieme ad altre dalla Commissione federale della posta (PostCom), interessa coloro che non sottostanno a un contratto collettivo di lavoro (CCL). Pesanti critiche da Syndicom, secondo cui introdurre tale retribuzione equivale a proporre un "dumping di Stato".

Oltre al salario orario minimo, che corrisponde più o meno a quello contenuto nei CCL del settore, sarà introdotto un massimo di 44 ore settimanali di lavoro, precisa in una nota PostCom, che con il suo intervento vuole arginare la pressione al ribasso sui salari. Le disposizioni toccano in particolare il personale attivo nella distribuzione di pacchi, uno dei rami più liberalizzati. Saranno valide anche per gli impiegati temporanei o a tempo parziale.

Gli standard minimi saranno applicati dall'inizio di un rapporto di lavoro ai fornitori di servizi postali che sottostanno all'obbligo di notifica ordinaria o semplificata, viene precisato nel comunicato. Riguardano anche i subappaltatori che realizzano più del 50% del giro d'affari annuo con i servizi postali.

Il modello di affari prescelto da un fornitore non ha alcuna rilevanza e dunque non può essere addotto come motivo per giustificare il mancato rispetto degli standard minimi. Questi ultimi saranno verificati e adeguati dalla stessa PostCom dal primo gennaio 2023.

Critiche dai sindacati

Per Syndicom i salari minimi proposti da PostCom rischiano di avere pesanti conseguenze sulle retribuzioni nel mercato postale. Proporre 18,27 franchi all'ora è troppo poco, rileva il sindacato, secondo cui agendo in tal modo l'autorità di vigilanza si discredita. I sindacati hanno partecipato alla consultazione svoltasi la scorsa estate sul tema, ma conclude Syndicom, le loro critiche non sono state prese in considerazione.

Prossimi Articoli

Il ghiaccio sulle nostre montagne è sempre più sottile

I ghiacciai svizzeri hanno perso il 2,5% della loro massa nel corso della scorsa estate - La riduzione è di 1'400 milioni di metri cubi

Nessuna indagine nei confronti di AMAG

La COMCO chiude l'inchiesta preliminare nei confronti del Gruppo di importatori automobilistico

La Posta: la riorganizzazione è sulla buona strada

Il bilancio intermedio dell'azienda è ritenuto positivo - Entro il 2020 il numero degli uffici da 1400 diventeranno 800-900, i punti d'accesso dovrebbero aumentare da 3700 a 4000

Edizione del 16 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top