Sanità

Al via la campagna per il libretto di vaccinazione elettronico

I vantaggi del modello digitale sono l’accessibilità e la chiarezza secondo l’ufficio federale per la sanità pubblica (UFSP)

Al via la campagna per il libretto di vaccinazione elettronico
(Foto Demaldi)

Al via la campagna per il libretto di vaccinazione elettronico

(Foto Demaldi)

BERNA - «Vaccinazioni aggiornate?»: una domanda che spesso suscita incertezza. Effettivamente per i pazienti non è facile decifrare il libretto di vaccinazione cartaceo; e dato che può essere smarrito, talvolta è praticamente impossibile verificare se è aggiornato. L’UFSP parte da questa constatazione per lanciare una campagna a favore del libretto di vaccinazione elettronico, che analizza automaticamente lo stato vaccinale, in occasione della Settimana europea della vaccinazione che si terrà dal 24 al 30 aprile.

Il libretto di vaccinazione elettronico ci permette di sapere sempre se siamo aggiornati con le vaccinazioni, poiché il software analizza automaticamente il nostro stato vaccinale in funzione del calendario vaccinale svizzero più recente. Se lo stato vaccinale non è aggiornato, il libretto elettronico può avvisarci immediatamente per SMS o per e-mail, indicandoci la vaccinazione o il richiamo da fare.

Altro vantaggio: essendo accessibile ovunque, soprattutto in viaggio e nelle situazioni di emergenza, il libretto di vaccinazione elettronico permette di evitare le vaccinazioni inutili e, una volta creato, evidentemente non c’è più alcun rischio di smarrirlo. Nel giro di un anno il numero di persone che lo utilizza è fortemente aumentato, passando da 150 000 utenti nel 2018 agli attuali 214 000, per i quali sono state registrate 4 milioni di vaccinazioni.

La campagna «Vaccinazioni aggiornate?» è diffusa su Internet e sui social network come Instagram e Facebook. Gli annunci mostrano lo slogan «Vaccinazioni aggiornate?» e la reazione di visibile sorpresa o stupore suscitata nelle persone che non sanno più contro cosa sono vaccinate, né a quando risale il loro ultimo richiamo.

In occasione della Settimana europea della vaccinazione sarà possibile far digitalizzare e validare il proprio libretto di vaccinazione gratuitamente. A tale scopo sarà sufficiente visitare il sito www.lemievaccinazioni.ch a partire dal 24 aprile e caricarvi delle fotografie o una scansione del proprio libretto di vaccinazione cartaceo. Dei professionisti trascriveranno le informazioni dal libretto cartaceo a quello elettronico e lo valideranno, rendendolo così un documento ufficiale. L’operazione sarà gratuita per le prime 5000 persone che approfitteranno dell’offerta.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1