Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso

incidente

Il natante ha urtato due ponti perché a causa di un guasto il timone principale non rispondeva ai comandi

Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso
(KEYSTONE/Georgios Kefalas)

Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso

(KEYSTONE/Georgios Kefalas)

Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso
(KEYSTONE/Georgios Kefalas)

Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso

(KEYSTONE/Georgios Kefalas)

Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso
(KEYSTONE/Georgios Kefalas)

Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso

(KEYSTONE/Georgios Kefalas)

Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso
(KEYSTONE/Georgios Kefalas)

Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso

(KEYSTONE/Georgios Kefalas)

Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso
(KEYSTONE/Georgios Kefalas)

Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso

(KEYSTONE/Georgios Kefalas)

Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso
(KEYSTONE/Georgios Kefalas)

Chiatta alla deriva a Basilea: sistema di pilotaggio difettoso

(KEYSTONE/Georgios Kefalas)

BASILEA - Non è stato un problema al motore la causa dell’incidente che ieri ha coinvolto una chiatta mentre navigava sul Reno all’altezza di Basilea, bensì un difetto al sistema di pilotaggio che ha reso inservibile il timone principale. Lo ha indicato oggi a Keystone-ATS un portavoce del Dipartimento di giustizia e sicurezza di Basilea-Città.

Ieri, le autorità avevano parlato di un guasto al motore che aveva reso ingovernabile la chiatta immatricolata nei Paesi Bassi; quest’ultima, prima di fermarsi, ha urtato un pilone della Mittlere Brücke con la prua, poi un pilone della Johanniterbrücke.

L’inchiesta dovrà anche appurare se vi sono danni alle strutture dei ponti, ha precisato la portavoce, la quale ha sottolineato che i tre membri dell’equipaggio a bordo - lo skipper, un pilota e un membro dell’equipaggio rimasti illesi - non avevano bevuto.

Al momento dell’incidente, il pilota era ai comandi battello. Si deve alla sua abilità, ha sostenuto la portavoce, se la chiatta non si è avvicinata troppo alla riva del fiume dove in quel momento stavano facendo il bagno diverse persone.

La segnalazione che qualcosa non funzionava sulla nave è giunta alla polizia verso le 18.30 di ieri. I vigili del fuoco sono subito intervenuti con una loro imbarcazione per affiancare la chiatta, la cui «corsa» è terminata sotto la Dreirosenbrücke dove l’equipaggio è riuscito ad ormeggiare.

Qui la chiatta è stata messa in sicurezza. Nel frattempo, la polizia ha bloccato la navigazione sul Reno dopo l’allarme e ha chiesto ai bagnanti di uscire dall’acqua.

La «Camaro VI» è registrata nei Paesi Bassi. Secondo il sito web marinetraffic.com, è lunga 110 metri e larga 11,5 metri. Era partita da Birsfelden (BL), località adiacente a Basilea.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1
  • 1