Christian Plüss nuovo responsabile AutoPostale

Lo ha deciso il Consiglio d'amministrazione del gruppo - Finora dirigente nel gruppo energetico Alpiq assumerà i nuovi incarichi al più tardi dal primo gennaio 2019

Christian Plüss nuovo responsabile AutoPostale
Christian Plüss.

Christian Plüss nuovo responsabile AutoPostale

Christian Plüss.

BERNA - Il Consiglio di amministrazione della Posta ha nominato Christian Plüss nuovo responsabile di AutoPostale e membro della Direzione del gruppo. Finora dirigente nel gruppo energetico Alpiq, Plüss assumerà i nuovi incarichi "al più tardi dal 1° gennaio 2019", andando a sostituire l'attuale responsabile ad interim Thomas Baur che rimarrà nel frattempo al suo posto, indica la Posta in una nota. Con la nomina del 56enne Plüss, "dirigente di provata esperienza", a nuovo responsabile di AutoPostale, il Consiglio di amministrazione stabilisce definitivamente la successione del dimissionario Daniel Landolf alla guida dell'azienda, si legge nel comunicato.

Christian Plüss ha conseguito un dottorato presso il Politecnico federale di Zurigo e "vanta una lunga esperienza in ruoli direttivi presso imprese svizzere e internazionali", da ultimo come responsabile del comparto Hydro Power Generation presso Alpiq SA. In precedenza era stato direttore dell'Ufficio federale per la meteorologia e la climatologia e aveva lavorato presso l'azienda Erdgas Ostschweiz AG e presso le FFS, ricoprendo incarichi direttivi. Plüss dispone inoltre di esperienze in seno a diversi consigli di amministrazione, indica la nota.

Con la scelta di Plüss ai vertici di AutoPostale, il Consiglio di amministrazione "intende dare avvio a un nuovo inizio scevro da pregiudizi", scrive la Posta. Thomas Baur è responsabile ad interim di Autopostale dal 6 febbraio 2018, dopo le dimissioni di Daniel Landolf a seguito dello scandalo delle operazioni contabili illecite che ha investito l'azienda, e nelle ultime settimane ha già avviato "importanti cambiamenti a livello strategico e organizzativo", conclude la nota.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1