Dalla Serbia alla Svizzera nascosto in un rimorchio

Un 16.enne del Bangladesh è riuscito a sfuggire ai controlli doganali infilandosi sotto una copertura - Il giovane migrante è stato scoperto solo a Buchs, quando sono state scaricate le merci

Dalla Serbia alla Svizzera nascosto in un rimorchio

Dalla Serbia alla Svizzera nascosto in un rimorchio

BUCHS SG - La polizia di San Gallo ha scoperto ieri pomeriggio Buchs un giovane migrante del Bangladesh nascosto in un rimorchio. Il 16enne ha compiuto in questo modo il viaggio dalla Serbia alla Svizzera.

Il ragazzo è stato scoperto al momento di scaricare le merci dal veicolo in una zona industriale della località sangallese, precisa oggi la polizia cantonale.

Il giovane ha affermato di essere riuscito a infilarsi in Serbia sotto la copertura del rimorchio malgrado a questa fossero stati apposti in Turchia i sigilli doganali. Il 16enne è stato affidato alle autorità elvetiche competenti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1
    Coronavirus

    Ondata di cancellazioni negli alberghi svizzeri

    Secondo l’associazione di categoria HotellerieSuisse, gli sviluppi della pandemia di COVID-19 stanno già avendo un impatto negativo sulle prenotazioni: «Vogliamo misure uniformi»

  • 2
  • 3
    PANDEMIA

    «Non sappiamo cosa ci aspetta con Omicron, inevitabili nuove misure»

    Il consueto appuntamento con gli esperti per l’aggiornamento sulla situazione pandemica in Svizzera è stato anticipato a lunedì – «È ipotizzabile l’estensione dell’obbligo di indossare la mascherina all’interno e di sottoporsi al tampone per partecipare agli eventi» – «Ora dobbiamo pensare a combattere la Delta»

  • 4
    eventi

    Niente Universiadi a Lucerna

    La più grande competizione polisportiva al mondo dopo le Olimpiadi si sarebbe dovuta tenere dall’11 al 21 dicembre, ma a causa dell’evoluzione «molto dinamica» della pandemia non sarà possibile organizzarla

  • 5
    PANDEMIA

    Nelle scuole grigionesi un solo test alla settimana

    I bambini e gli adulti che presentano sintomi sono invitati a rimanere a casa e a sottoporsi a un test presso una struttura riconosciuta – Se in una classe risultano positive almeno quattro persone, l’intera classe viene posta in quarantena per 10 giorni e viene introdotto l’insegnamento a distanza

  • 1