tribunale federale

Dieter Behring perde a Losanna

I giudici di Mon Repos hanno respinto la richiesta di revisione della condanna a 5 anni e mezzo inoltrata dall’ex finanziere basilese

Dieter Behring perde a Losanna
(Foto Keystone)

Dieter Behring perde a Losanna

(Foto Keystone)

LOSANNA - Altro smacco davanti al Tribunale federale (TF) per l’ex finanziere basilese Dieter Behring: i giudici di Losanna hanno respinto la sua richiesta di revisione della condanna a cinque anni e mezzo pronunciata dal Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona nel settembre 2016 per aver truffato, con un sistema piramidale, 2000 investitori per complessivi 800 milioni di franchi. Tra il 1994 e 2004, dopo una campagna promozionale intensa, circa 2000 persone avevano investito nel sistema Behring, subendo perdite ingenti. L’ex finanziere basilese è stato però condannato il 30 settembre 2016 per truffa per mestiere, ma non per riciclaggio come chiesto dall’accusa, solo per i fatti avvenuti dal 2001, essendo gli anni precedenti ormai in zona prescrizione. L’ex finanziere basilese era stato inoltre condannato al pagamento di un risarcimento di 100 milioni di franchi.

Secondo Behring nuovi elementi rivelati dai Panama Papers e Paradise Papers richiedevano nuove ricerche. Secondo il Tribunale federale i fatti presentati dal ricorrente non rimettono tuttavia in causa le prove raccolte dalla Corte di Bellinzona al punto di rendere verosimile una riduzione della pena o un’assoluzione. La domanda di revisione è quindi respinta. Nell’agosto 2018 il TF aveva già rifiutato un ricorso di Behring contro la sentenza del TPF ritenendo che i giudici di Bellinzona avevano potuto concludere correttamente che il cosiddetto «sistema d’affari Behring», con promesse di rendite a due cifre, era un sistema piramidale truffaldino, in cui il denaro raccolto tra i nuovi investitori serviva a remunerare quelli reclutati in precedenza: il collaudato «schema Ponzi» analogo alla «catena di Sant’Antonio», che fa guadagnare i primi arrivati per lasciare a mani vuote quelli che seguono. I giudici di Losanna ricordano inoltre che nelle sentenze di settembre 2016 (sugli aspetti penali) e di marzo 2017 (sugli aspetti civili), il TPF aveva stabilito che il ricorrente era l’amministratore del sistema di finanziamento Behring.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca