ginevra

Doppio tentato assassinio a Saint-Jean: condannati gli autori

Ai due imputati sono stati inflitti 15 e rispettivamente 12 anni di reclusione per l’aggressione a due uomini a suon di calci in testa, pugni e mazze da baseball che li hanno lasciati disabili a vita

Doppio tentato assassinio a Saint-Jean: condannati gli autori
Archivio CdT

Doppio tentato assassinio a Saint-Jean: condannati gli autori

Archivio CdT

GINEVRA - La Corte penale di Ginevra ha condannato a 15 e 12 anni di reclusione i due principali responsabili dell'aggressione avvenuta nel 2017 a Saint-Jean. Gli imputati sono stati riconosciuti colpevoli di doppio tentato assassinio.

I giudici hanno ampiamente seguito la requisitoria del procuratore Dario Nikolic, che aveva chiesto la condanna a 14,5 e 14 anni di carcere per i due ventenni per tentato assassinio. La difesa, da parte sua, aveva sostenuto che non c'era alcuna intenzione di uccidere.

L'aggressione è avvenuta una notte di gennaio 2017. Due uomini di 36 e 37 anni, che stavano tranquillamente discutendo fra loro, sono stati attaccati da una banda di cinque giovani e colpiti in testa con calci, pugni, mazze da baseball e caschi da moto. Le vittime hanno subìto ferite molto gravi e sono rimasti disabili a vita.

L'estrema violenza dei fatti e la loro natura puramente gratuita avevano sconvolto l'opinione pubblica. Altri tre giovani che hanno partecipato alla sanguinosa aggressione saranno processati da un tribunale minorile. Al momento dell'attacco, infatti, avevano meno di 18 anni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1