Parità fra sessi

Ellen Ringier: «Gli uomini hanno paura di perdere i loro privilegi»

La giurista ed editrice sostiene l’agitazione delle donne prevista venerdì a livello nazionale pur essendo contraria agli scioperi

Ellen Ringier: «Gli uomini hanno paura di perdere i loro privilegi»
(Foto Pedrazzini)

Ellen Ringier: «Gli uomini hanno paura di perdere i loro privilegi»

(Foto Pedrazzini)

ZURIGO - Gli uomini hanno paura di perdere i loro privilegi, per questo si procede in modo così lento sul cammino della parità fra i sessi: lo sostiene Ellen Ringier, giurista ed editrice, che pur essendo in linea di principio contraria agli scioperi sostiene l’agitazione delle donne prevista venerdì a livello nazionale. In un’intervista pubblicata oggi dal SonntagsBlick, Ringier dice di apprezzare la tradizione elvetica della pace del lavoro. «Ma come vi è un motivo obiettivo per scioperare in un’azienda quando le trattative non decollano e regnano salari bassi, allo stesso modo le donne hanno una giustificazione obiettiva per scendere in piazza e scioperare». Questo perché «nella nostra società, specie da parte dei datori di lavori, semplicemente non si muove nulla» a livello di parità salariale, nonostante il mandato costituzionale. Secondo Ringier occorre affrontare la politica familiare con lo stesso impegno con cui in passato ci si impegnava per la difesa nazionale. Il grande tema è la conciliabilità tra famiglia e lavoro: per la 67enne quale prima misura bisognerebbe introdurre le scuole a orario continuato, in modo da portare più donne all’impiego a tempo pieno.

La società sta cambiando, per esempio nella divisione dei compiti fra i partner che accudiscono i figli, ma vi sono resistenze. «Dobbiamo ammetterlo: gli uomini hanno un po’ di paura. Ogni parte della società che rischia di perdere privilegi lotta per questi privilegi», afferma la moglie di Michael Ringier, editore del Blick e di tutte le altre testate del gruppo Ringier. «Basta guardare quanto ci sia voluto per introdurre il diritto di voto alle donne», in vigore in Svizzera dal 1971. «Prima di allora gli uomini erano convinti della necessità di guidare da soli lo stato».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1