Emissioni luminose: nessuna modifica di legge necessaria secondo Berna

BERNA - Il Consiglio federale ha rinunciato alla modifica dell'ordinanza sulla protezione della natura e del paesaggio (OPN) intesa a migliorare la protezione delle specie e degli ambienti naturali dalle emissioni luminose. Il Governo ha basato la sua decisione su un rapporto del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) che ritiene sufficienti le disposizioni vigenti.

In adempimento del postulato «Emissioni luminose e diversità delle specie» della consigliera nazionale Tiana Angelina Moser (PVL/ZH), il Consiglio federale aveva adottato nel 2013 un rapporto sugli effetti della luce artificiale sulla diversità delle specie e sull'uomo. A seguito di tale rapporto, il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) di esaminare la necessità di completare l'ordinanza sulla protezione della natura e del paesaggio (OPN) al fine di meglio considerare l'incidenza delle emissioni luminose sulla biodiversità.

Dal suddetto esame risulta che le disposizioni vigenti proteggono in misura sufficiente le specie e gli ambienti naturali. Il 21 novembre 2018 il Consiglio federale ne ha preso conoscenza e ha deciso di rinunciare a modificare l'OPN.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1